Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lo Spread Btp Bund apre stabile a 132 punti. Rendimento sale all’1,40%

redazione

Senza variazioni di rilievo lo spread tra Btp e Bund che in avvio di settimana segna 132 punti. Il rendimento del titolo decennale italiano sale all’1,40%. L’euro è in leggero rialzo in avvio di settimana sui mercati valutari a 1,0991 contro il dollaro (1,097 venerdì a Wall street) e a 0,9029 nei confronti della sterlina. Nei confronti dello yen la moneta unica passa di mano a 114,45. La sterlina cede terreno anche nei confronti della valuta Usa a 1,2162. Le quotazioni dell’oro tornano a crescere dopo la sosta dei giorni scorsi in attesa di indicazioni più precise su un rialzo dei tassi Usa: il lingotto con consegna immediata guadagna lo 0,3% passa di mano a 1.254 dollari l’oncia. Avvio di settimana in calo per le quotazioni del petrolio con i contratti sul greggio Wti con scadenza a novembre che cedono 36 centesimi a 49,9 dollari al barile; il Brent tiene a 51,94 dollari. Avvio di settimana poco brillante per le Borse asiatiche, con i listini che si muovono in ordine sparso anche se con una prevalenza di segni meno. Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,26%, Seul sale dello 0,24% mentre trattano sotto la parità Hong Kong (-0,84%), Sydney (-0,83%) e le borse cinesi di Shanghai (-0,55%) e Shenzhen (-0,70%). Sotto pressione i titoli dei casinò dopo l’arresto in Cina di 18 dipendenti del gruppo australiano Crown Resorts, segno di come Pechino continui la sua crociata contro il gioco d’azzardo. In calo nella notte il petrolio, con il Wti sceso attorno ai 50 dollari al barile, mentre i produttori Usa hanno aumentato le trivellazioni. Oggi nell’Eurozona sono attesi i dati sull’inflazione mentre negli Usa si guarda all’indice manifatturiero dello stato di New York e alla produzione industriale, anche in vista del probabile rialzo dei tassi a dicembre. Attesa anche per i dati su produzione industriale, vendite al dettaglio e pil della Cina che verranno resi noti mercoledì.