Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lettera al direttore – I giovani sono la forza.

di Vittorio Esposito, Sindaco di Sanza (SA).

Caro direttore,

come certo lei sa bene, sono ancora qui, in un letto d’ospedale a Salerno, in attesa di poter tornare presto a Sanza, tra i miei concittadini. Oggi mi sento molto meglio. Sto bene, ringraziando Dio. Vorrei quindi proporre  una riflessione generale sul tema del Cambiare per crescere, per migliorare, per creare futuro. Consentitemi di rivolgermi ai giovani di questo nostro amato paese. Vi ho visto, ho seguito con attenzione tutto ciò che avete fatto in queste settimane;  vi ho ascoltato. Ho visto quindi il futuro di Sanza. Cari giovani credo sia questa l’unica ricetta per cambiare la storia: la vostra smisurata energia. Sono certo infatti, che la vostra voglia di fare, di realizzare, di rincorrere i sogni è la chiave per aprire le porte di tutte le strade. Tutto si può fare, ogni sfida si può vincere, ogni idea si può realizzare. Cari giovani, con il vostro modo di fare avete dimostrato che chi crede non china mai la testa. Dunque ora occorre impegnarsi per far si che nessuno, mai, si dovrà  accontentare del poco. Tutti viceversa dobbiamo lavorare per vincere la sfida vera che è quella della rivoluzione culturale. Vinceremo la nostra battaglia se saremo in grado di non lasciare mai indietro nessuno. Il paese cambia se tutti saremo in grado di cambiare le nostre vite arricchendo la vita dell’altro con un pezzo della nostra. Mi rivolgo quindi ai giovani, a quelli che hanno creduto nel Cambiamento dando tutto il meglio in queste settimane, a quelli che sono stati nostri avversari: possiamo avere idee diverse, possiamo avere visioni diverse, ma ora è il momento del confronto e della discussione. Programmare e progettare il meglio per Sanza è e deve essere il solo nostro punto di arrivo. Dunque non abbiate paura, fatevi avanti, proponete le vostre idee, noi saremo pronti ad ascoltare e ad offrire il nostro contributo per realizzarle. Il mio impegno, il nostro impegno di amministratori, sarà vincente solo se alla nostra maturità, aggiungeremo la vostra energia. Tra qualche giorno sarò a Sanza e vi incontrerò uno ad uno, per ascoltarvi e per discutere con voi le vostre idee che dovranno convergere con l’azione che stiamo mettendo in campo nell’amministrare il nostro Comune. Sono certo che insieme, noi tutti, possiamo cambiare il nostro Paese; questo faremo, statene certi.