Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Legambiente: “Il 28% dei Comuni lucani non ha un vero sistema di raccolta differenziata“

redazione

Il 28 per cento dei Comuni della Basilicata “di fatto ancora non hanno avviato un vero sistema di raccolte differenziate nel loro territorio, oppure lo hanno fatto solo simbolicamente”. Lo hanno detto oggi, a Potenza, i dirigenti di Legambiente. L’organizzazione ambientalista ha presentato le sue proposte per avviare “l’economia circolare”, allo scopo di raggiungere “un modello di sviluppo sostenibile e innovativo”, e la decima edizione del rapporto “Comuni Ricicloni Basilicata”. Oltre alla “considerevole percentuale” di Comuni senza raccolta differenziata, Legambiente ha sottolineato che “è l’impiantistica la vera nota dolente” perché la Basilicata ha “il triste primato di essere l’unica regione d’Italia a non avere in esercizio alcun impianto di trattamento della frazione organica dei rifiuti”. Per quanto riguarda i “Comuni Ricicloni”, Legambiente ha spiegato che “sono 39 quelli che hanno superato la soglia, prevista dalla normativa vigente, del 65 per cento nella raccolta differenziata. Di questi 23 sono comuni ‘rifiuti free’, avendo una produzione di indifferenziato annua procapite inferiore a 75 chilogrammi. Sarconi primo classificato, seguito da Tramutola e Castelluccio superiore”. Secondo dati del 2017 – hanno detto i dirigenti di Legambiente – “la raccolta differenziata complessiva è stata pari al 44,66 per cento, con la provincia di Potenza attestata al 50,43 per cento e quella di Matera al 35,62 per cento, un quadro sicuramente migliore rispetto al recente passato ma con ancora diverse ombre”.