Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’economia il vero motore dell’ottimismo

redazione

Indipendentemente dal tenore delle notizie, è la politica ad essere più ricordata, influenzando positivamente o negativamente gli italiani. È però l’economia il vero motore dell’ottimismo, condotto da sicurezze sui soldi, i redditi ed il lavoro.  Guardando ai progetti per il futuro, la famiglia italiana ha in media 3,3 progetti da realizzare concentrati su beni famigliari (79%), le persone e la famiglia (69%) e il risparmio (62%). Tra i progetti personali, gli italiani danno priorità alle vacanze (28%) rispetto allo studio dei figli (19%). E’ questa la fotografia scattata da Agos insieme alla società di ricerca Eumetra MR nella prima edizione del nuovo osservatorio permanente, Agos Monitor, che ha l’obiettivo di indagare sull’evoluzione delle abitudini e dei comportamenti degli italiani con particolare attenzione alla dinamica dei consumi e degli acquisti. Le famiglie italiane sono sottoposte a continue sollecitazioni ed up&down in una situazione economica complessiva che sfiora la stagnazione. Il sentiment che era in ripresa a maggio, sotto l’apparente influsso di qualche buona notizia su occupazione, redditi ed inflazione, sembra subire una inversione nella seconda metà di agosto, a causa dell’instabilità politica del Paese. Questa dinamica complessa di saliscendi pone legittimamente il problema di quali news influenzino veramente il sentiment degli italiani. Il monitoraggio proposto da Agos – alla sua prima edizione– offre qualche risposta. La ricerca conferma infatti che le news hanno un impatto sulla generazione di ottimismo o pessimismo, ma il loro meccanismo di funzionamento non è banale.