Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Le “buone abitudini”. 3 miliardi di euro di regali riciclati per Natale.

redazione

Un risparmio pari a ben 3 miliardi di euro per quanti hanno riciclato i regali. Saranno in tanti. Più di un italiano su tre, infatti, sarà pronto a riciclare i regali scartati sotto l’albero: ben 21 milioni rispetto ai 20 milioni dello scorso anno. Quella del riciclo si conferma essere una tendenza in crescita costante negli ultimi anni. L’aumento delle tredicesime, quindi, è stato utilizzato per rimpinguare i risparmi o per le spese personali. Egoismo e paura per il domani, oltre all’aumento della povertà, determinano la dinamica dei consumi e la propensione alla spesa degli italiani. È quanto emerge da una ricerca del Centro Studi di Confcooperative. Il riciclo ha forme e modalità diverse. Tre quelle principali: 4 su 10 ricicleranno i doni ricevuti (58% donne e 42% uomini); 4 su 10 quanti renderanno i doni ricevuti nei negozi di acquisto per trasformarli in buoni da spendere (52% uomini – 48% donne), infine, 2 su 10 proveranno a rivendere i regali sui canali online. L’identikit vede 9 “riciclatori seriali” online su 10 under 30 a dimostrazione della propensione all’utilizzo della rete da parte dei giovani (71% uomini – 29% donne). In pole position tra i beni riciclati troviamo i generi alimentari per il 49,7% (vini, spumanti, prosecchi e dolci, tra questi, in primis, panettoni, pandori e torroni); al 26,8% libri e buoni acquisto; al 23,5% sciarpe, guanti, cappelli, cosmetici e profumi.