Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lavoro – Nel settore privato crescita delle assunzioni.

redazione

Nei primi otto mesi del 2017 nel settore privato si registra una crescita delle assunzioni. Il maggior contributo è dato dai contratti a tempo determinato (+26,3%) e dall’apprendistato (+25,9%) mentre sono diminuite le assunzioni a tempo indeterminato (-3,5%). Lo rende noto l’Inps, spiegando che questo calo rispetto al 2016 è interamente imputabile alle assunzioni a part time. Tuttavia, l’Istituto sottolinea che “queste tendenze attestano la persistenza di una fase di ripresa occupazionale”. Nello stesso periodo si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +944.000, superiore a quello del corrispondente periodo sia del 2016 (+704.000) che del 2015 (+805.000). Calcolato su base annua, spiega l’Inps, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Questo saldo annualizzato – vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi – risulta pari a +565.000 (in leggera contrazione rispetto a quello rilevato a luglio: +586.000). Tutte le tipologie contrattuali sono in crescita su base annua: +17.000 per i contratti a tempo indeterminato, + 53.000 per i contratti di apprendistato (+53.000), +45.000 per i contratti stagionali e, soprattutto, +494.000 per i contratti a tempo determinato.