Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lavoro minorile, garantire i diritti fondamentali

redazione

Il 12 giugno si è celebrata la Giornata mondiale contro il lavoro minorile. “Attualmente, secondo le stime, 152 milioni di bambini sono vittime del lavoro minorile in tutto il mondo – hanno dichiarato nell’occasione l’Alta rappresentante Federica Mogherini e la Commissione europea – A questi 152 milioni di bambini è negato il diritto di accedere all’istruzione e a un ambiente di vita sicuro. In occasione della Giornata mondiale contro il lavoro minorile, l’Unione europea ribadisce il suo impegno forte a garantire i diritti umani fondamentali di ogni bambino”. “Quest’anno – hanno aggiunto- in occasione del 30° anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, la necessità di ottenere maggiori risultati lungo il percorso che porta all’eliminazione del lavoro minorile è ancora più evidente. Dare priorità alla lotta contro il lavoro minorile in tutti i settori e le politiche pertinenti è fondamentale per raggiungere l’obiettivo fissato dalle Nazioni Unite per il 2025”. “Operiamo utilizzando tutti gli strumenti a nostra disposizione, dalla cooperazione allo sviluppo, ai dialoghi politici e sui diritti umani, alle politiche sociali e commerciali – hanno concluso – Collaboriamo con i nostri partner dell’ONU, con le organizzazioni della società civile e il settore commerciale privato per sensibilizzare al problema e sviluppare strategie regionali per contrastare il lavoro minorile transfrontaliero”.