Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’associazione Commercialisti Salerno aderisce allo sciopero nazionale

redazione

Anche l’Associazione Nazionale Commercialisti  Salerno decide di aderire e partecipare allo sciopero nazionale annunciato dai sindacati dei commercialisti di tutta Italia attraverso l’astensione dalla trasmissione telematica dei modelli di pagamento F24, che avrà luogo il 30 settembre e il primo ottobre, e la mancata partecipazione alle udienze nelle commissioni tributarie provinciali e regionali per tutta la settimana tra il 30 settembre e il 7 ottobre. Un segnale forte, quindi, al fine di richiamare l’attenzione sulle difficoltà in cui la categoria è costretta a lavorare, così come spiega il dottore Matteo Cuomo, presidente dell’Anc Salerno: «Sono diverse le situazioni che hanno aggravato il nostro lavoro, primo tra tutti il caos Isa (Indici sintetici di affidabilità) per il quale è stato chiesto più e più volte la disapplicazione per l’anno d’imposta 2018 del nuovo sistema. Questo sciopero nasce da una forte condizione di disagio che siamo costretti a vivere e che inevitabilmente incide, non solo sui noi professionisti, ma anche su tutti gli operatori economici». La protesta nasce per ribellarsi al “caos fiscale” provocato da situazioni di emergenza dovute a ritardi, lungaggini e innumerevoli modifiche a leggi e provvedimenti. Nello specifico, i punti su cui la categoria vuole fare luce e chiarezza sono: disapplicazione, o applicazione facoltativa, degli Isa per il 2018; consultazione della categoria (sigle e Cndcec) nella formulazione di norme; semplificazione e riduzione degli adempimenti; osservanza delle disposizioni dello Statuto del contribuente.