Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’amore e odio tra il giornalismo e Vincenzo De Luca

redazione

Napoli – Il rapporto di Vincenzo De Luca con i giornalisti non è stato mai semplice. Soprattutto da quando è diventato presidente della Campania. Il governatore, franco di cerimonie e avvezzo a un linguaggio spesso forte, si è lanciato in commenti sulla figura professionale dei cronisti al termine di una trasmissione radiofonica su un’emittente privata. Quando l’intervistatore, collega giornalista, gli chiede cosa si aspetta dalla conferenza stampa indetta per domattina sui fondi europei, lui risponde paventando che ci possano essere anche domande “imbecilli” ovvero sulla questione del movimento politico Campania Libera che, nella cronaca, viene descritto come una formazione politica che lo allontana dal Pd. “Siete voi giornalisti che avete la cattiva abitudine di considerare giornalisti quelli che non lo sono. E’ come se io mi arrabbiassi quando vengono chiamato imbecilli certi politici che lo sono” Questo il dfe Luca pensiero. Un De Luca che poi corregge ancora il tiro e aggiunge: ” Quando critico non mi riferisco ai giornalisti ma a quelli che offendono il giornalismo perché pur di fare un titolo calpestano la realtà”.