Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

La UE prepara la procedura per deficit eccessivo legata al debito nei confronti del nostro Paese

redazione

Il Comitato Economico e Finanziario del Consiglio, riunito a Bruxelles, ha adottato l’opinione ex articolo 126.4 del Tfue in merito al rapporto della Commissione europea sul debito pubblico dell’Italia, secondo il quale una procedura per deficit eccessivo legata al debito nei confronti del nostro Paese è “giustificata“. Lo si apprende da fonti Ue.
Mercoledì mattina, alle 9 a palazzo Chigi, è fissato il vertice economico annunciato da Giuseppe Conte al termine del Cdm in cui è arrivato il via libera al decreto sicurezza bis: oltre al premier, presenti i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il ministro dell’Economia Giovanni Tria e i tecnici del Mef. Incontro per mettere a punto la strategia per evitare la procedura di infrazione da parte della Ue sul nostro debito pubblico. Intanto l’Italia punta ad un “compromesso” con l’Ue, una mediazione “ragionevole” per scongiurare la procedura sui conti: è proprio il ministro Tria, alla Camera per l’informativa sull’azione disciplinare lanciata da Bruxelles, a giocare la carta della trattativa ad oltranza per rassicurare Parlamento e mercati sui piani del governo, neutralizzando pericolosi rialzi dello spread che pesano su crescita e risparmio.