Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

La Fondazione IBSA lancia il bando 2019 per borse di studio Ibsa Foundation Fellowships

redazione

Per il settimo anno consecutivo, Fondazione IBSA lancia il suo bando 2019 per le borse di studio Ibsa Foundation Fellowships con l’obiettivo di promuovere la ricerca scientifica e, attraverso l’assegnazione di cinque borse di studio di 30mila euro ciascuna, sostenere cinque ricercatori di talento nella loro attività. Gli ambiti di ricerca sono dermatologia, endocrinologia, fertilità/urologia, medicina del dolore/ reumatologia/ortopedia, più un’ulteriore fellowship che sarà assegnata nell’area che avrà ricevuto il maggior numero di candidature. Per Silvia Misiti, direttore della Fondazione “sostenere i giovani ricercatori di oggi, significa contribuire ad avere ricercatori affermati domani, il cui lavoro produrrà benefici per tutti”. A oggi sono state già assegnate 24 borse di studio e sono stati oltre 600 i progetti sottoposti per una valutazione. Secondo un sondaggio della Fondazione, le borse di studio si sono rivelate utili per consentire di continuare l’attività di ricerca (75%), e hanno fornito un supporto economico necessario (69%). Per alcuni (19%), le fellowship hanno consentito di cambiare paese, mentre per altri hanno permesso di cambiare centro di ricerca. Infine, tutti gli intervistati dichiarano che la vincita delle fellowship ha avuto un effetto positivo dal punto di vista umano. I candidati possono sottoporre la loro candidatura entro il 31 dicembre e devono avere meno di 40 anni al momento della presentazione. Il bando è aperto a laureati, anche stranieri, in medicina, biologia, farmacia, biotecnologie o bioingegneria, dottorandi di ricerca, post dottorati, assegnisti di ricerca e specializzandi. Sul sito della Fondazione, all’indirizzo ibsafoundation.org, è possibile scaricare il bando e accedere alla piattaforma online attraverso la quale deve essere inviata la documentazione necessaria. La Fondazione eroga ogni anno 4 borse di studio a giovani ricercatori e 10 borse di studio a sostegno di studenti che si iscrivono alla nuova facoltà di medicina dell’Università della Svizzera italiana.