Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

La follia -A Potenza investito e ucciso un tifoso avversario. Ventiquattro arresti.

redazione

Saranno tutti trasferiti nel carcere di Potenza i 25 uomini arrestati dalla Polizia dopo l’investimento mortale di Fabio Tucciariello e il ferimento di altre 4 persone avvenuto ieri pomeriggio a Vaglio a pochi chilometri da Potenza. Del presunto responsabile della morte di Tucciariello si sa al momento che è un trentenne tifoso del Melfi, per lui l’accusa è di omicidio volontario. Per gli altri 24 tifosi della Vultur le accusa sono di violenza privata e possesso di oggetti atti a offendere. Tucciariello, di Rionero in Vulture, era un tifoso della squadra. Insieme ad altri amici stava partecipando ad una trasferta, valida per il campionato di Eccellenza lucana. I tifosi della Vultur che stavano viaggiando a bordo di due minibus, erano fermi, in mezzo alla strada. Nell’automobile investitrice viaggiavano alcuni tifosi del Melfi. L’auto, una Fiat Punto, è stata rintracciata dalle Forze dell’Ordine e le persone trovate a bordo, tre tifosi del Melfi, sono stati accompagnati in Questura per ascoltare la loro versione dei fatti. I tre tifosi sono stati sentiti a lungo. Gli agenti della Questura di Potenza hanno prima ascoltato, e poi fermato, anche numerose persone per capire se l’investimento sia un fatto voluto o casuale. Rionero e Melfi sono le due più importanti cittadine del Vulture, nel cuore della Basilicata, distanti tra loro solo una quindicina di chilometri. Le due tifoserie si erano incontrate prima delle partite di categoria: il Rionero sarebbe dovuto scendere in campo a Brienza mentre il Melfi a Tolve. Entrambe le partite sono poi state annullate. Il prefetto di Potenza, Annunziato Vardè ha convocato per oggi alle 9 una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica, alla presenza dei sindaci dei Comuni di Melfi (Pz) e Rionero in Vulture (Pz) nonché dei Presidenti delle rispettive squadre di calcio.