Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

La bella lezione dei ragazzi del Servizio Civile a Sanza.

di Lorenzo Peluso.

Sanza (SA) – Sono le cose semplici che spesso hanno la capacità di meravigliare. Certo, poi ci vuole passione, in tutte le cose. Ed è bello vedere che ci sono persone che si impegnano, che lavorano dando il meglio di se per offrire un contributo concreto alla crescita di una comunità. Funziona, certo che funziona, e funziona anche benissimo, il servizio di assistenza ai più piccoli, ai piccoli studenti delle scuole di Sanza che possono approfittare della competenza e dell’abnegazione dei ragazzi del servizio civile, ogni pomeriggio, presso la biblioteca comunale, per studiare, fare i compiti, ma anche socializzare e confrontarsi sui temi di attualità. Dunque, non è certo tempo perso, un anno dedicato al sociale attraverso il servizio civile se poi i risultati sono questi. I ragazzini che corrono volentieri ogni pomeriggio presso la biblioteca è già un grande risultato. In questo luogo, dedicato a due giovanissime ragazze scomparse qualche anno fa, dei veri e propri talenti nello studio, Giovanna Garozzo e Maria Curcio, la Biblioteca comunale porta il loro nome per ricordare quanto fosse prezioso il loro amore per la vita e per lo studio, i piccoli alunni delle scuole elementari e medie, ogni giorno sono in contatto con centinaia di libri, qui prima fanno i compiti, poi il gioco collettivo, per creare empatia e comunione. Una bella intuizione quella dell’amministrazione comunale di aderire al progetto del servizio civile e dare l’opportunità alla comunità di poter fruire delle qualità di questi giovani ventenni che si prestano a migliorare il bene comune. Un gran bell’esempio il loro impegno per altri giovani in cerca di motivazioni. Ma non c’è solo questo. Un prezioso lavoro lo stanno svolgendo coloro che sono impegnati nell’ufficio di promozione turistica, studio, ricerca e realizzazione di pacchetti turistici da proporre al mercato dei viaggiatori.  Prezioso il supporto che altri ragazzi stanno offrendo ai vari uffici counali dove sono impegnati ogni giorno, così come altri, affiancati al servizio manutenzione e decoro urbano. Insomma, non è perder tempo, un anno di servizio civile, se nel mentre si offre il meglio deel prprie capacità, ripagando la comunità con il proprio impegno.