Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

La BCC di Buonabitacolo in aiuto della Protezione Civile di Sanza.

redazione

Sanza (SA) – La gente che ci piace. I gesti che servono. Si moltiplicano nelle ultime ore anche a Sanza le iniziative di solidarietà a favore della Sezione locale della Protezione Civile che sta svolgendo un lavoro incredibile di assistenza alla popolazione per l’emergenza coronavirus. Dalla consegna dei farmaci a domicilio, alla spesa per chi non può muoversi da casa. La consegna delle mascherine  a chi ne necessita e persino il presidio del territorio. 24 ore su 24 un gruppo di ragazzi volenterosi che si sono messi a disposizione della comunità. Un’attività che ha colpito la BCC di Buonabitacolo che ieri sera ha destinato un contributo economico alla Protezione Civile per superare le diverse emergenze e per l’acquisto di presidi sanitari urgenti per la comunità. “E’ la nostra gente, è la parte migliore della nostra società, incarnata da coloro che dedicano il loro tempo agli altri. ragazzi che si sono messi in prima linea per aiutare la comunità a superare questo momento di grande difficoltà. Siamo orgogliosi di loro e questo è solo un piccolo gesto di solidarietà, il nostro, al quale seguirà tutto l’aiuto possibile che necessiterà” ha commentato i direttore generale della BCC di Buonabitacolo, Angelo De Luca. Un gesto che è stato replicato dall’Arciconfraternita Maria SS della Neve che ieri sera ha deliberato un contributo economico a favore della Protezione Civile di Sanza. “Siamo commossi dal prezioso lavoro che questi ragazzi stanno svolgendo in silenzio ed ininterrottamente da giorni. Siamo grati per la loro dedizione e con questo nostro gesto abbiamo solo voluto sottolineare la nostra vicinanza a chi si spende per gli altrui nei momenti difficili” ha commentato il Priore Antonio Laveglia. E’ questa l’Italia che vale, quella della gente che mette al primo posto il bene comune. In un momento così delicato e complesso la solidarietà è l’arma che sconfigge il male più oscuro ed insidioso: l’individualismo e l’indifferenza.