Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

La BCC di Buonabitacolo entra in Iccrea. Il direttore De Luca: “Da oggi più forti e competitivi”

di Lorenzo Peluso

Buonabitacolo (SA) – “Da oggi saremo più forti e competitivi”. Così ha commentato il direttore generale della BCC di Buonabitacolo, Angelo De Luca, l’approvazione da parte dell’Assemblea dei soci l’adesione al Gruppo bancario Iccrea, a seguito della riforma del Credito Cooperativo. Una giornata storca per la BCC di Buonabitacolo che da oggi, dopo 40 anni, cambia definitivamente assetto.  L’assemblea dei Soci della Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo si è tenuta nell Centro Sociale-Cupola, sito in Buonabitacolo, domenica 16 dicembre. All’ordine del giorno della parte straordinaria le modifiche agli articoli 1, 3, 4, 5, 6, 12, 15, 16, 17, 18, 25, 28, 30, 32, 33, 34, 35, 37, 39, 40, 42, 43, 44, 45 e 51 dello statuto sociale e introduzione nello stesso degli articoli 5-bis “Contratto di coesione e accordo di garanzia”,  22-bis “Azioni di finanziamento ai sensi dell’art. 150-ter del D.Lgs. 385/93”,  28-bis “Nomina delle cariche sociali e attribuzioni della Capogruppo”, con conseguente ridenominazione di alcuni Titoli dello statuto. Votata anche la delega al Consiglio di Amministrazione ai sensi dell’art. 2443 cod. civ. della facoltà di aumentare il capitale sociale mediante emissione di azioni di finanziamento di cui all’art. 150-ter del TUB, per un periodo di cinque anni dalla data della deliberazione, in una o più volte, per un importo di massimo di 12milioni di euro; nonchè l’attribuzione al Presidente ed al Vice Presidente Vicario del Consiglio di Amministrazione, disgiuntamente tra loro, del potere di apportare allo statuto eventuali modifiche richieste da parte della Banca d’Italia per il rilascio dell’attestazione di conformità. Nella parte ordinaria dell’assemblea invece la discussione e l’approvazione del nuovo regolamento assembleare e elettorale; la  determinazione del numero degli amministratori. “Continueremo a lavorare per dare ascolto e supporto alle idee dei nostri soci e dei nostri clienti. Continueremo a profondere il massimo impegno per difendere il legame costruito negli anni con il territorio. Fiducia è la parola d’ordine di questo nuovo corso che ci vedrà certamente protagonisti di una nuova stagione del credito cooperativo e lo potremo fare perché saremo vigili e pronti a difendere la nostra storia e la nostra solidità” ha affermato il direttore De Luca. “Entriamo in una grande famiglia, i Gruppo bancario Cooperativo Iccrea, che da oggi potrà contare su una rete di 142 BCC, che operano su 1738 comuni con una rete di 2647 filiali. Siamo parte integrante ed attiva di una una solida base sociale di 750 mila soci con più di quattro milioni di clienti, con un patrimonio netto di 11,5 miliardi di euro, un attivo di 148 miliardi, impieghi lordi per 93 miliardi e una raccolta diretta per 102 miliardi. Con questi numeri e per il numero di BCC coinvolte, il Gruppo bancario Cooperativo Iccrea si avvia a diventare a tutti gli effetti la prima banca locale del Paese. Noi in questo avremo il nostro ruolo importante e la nostra piccola ma preziosa autonomia” ha aggiunto il Presidente delal BCc di Buonabitacolo, Pasquale Gentile.