Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Kosovo: premier serba, speranza per dialogo da nuovo governo

redazione

La premier serba Ana Brnabic ha espresso l’auspicio che il nuovo governo del Kosovo guidato dal premier Avdullah Hoti rimuova al più presto tutte le misure restrittive che ostacolano l’attività e gli scambi economici e che impediscono la ripresa del dialogo fra Belgrado e Pristina. Parlando al termine di un incontro con il capo della rappresentanza Ue in Serbia Sem Fabrizi e con gli ambasciatori dei Paesi Ue, Barnabic si è detta soddisfatta della nomina dell’ex ministro degli esteri slovacco Miroslav Lajcak a rappresentante speciale Ue per il dialogo sul Kosovo. “Il presidente Aleksandar Vucic e io siamo in costante contatto con Lajcak, e speriamo che presto verranno abolite tutte le misure che ostacolano la collaborazione economica e impediscono la ripresa del dialogo”, ha detto la premier. Il riferimento è ai dazi doganali maggiorati del 100% imposti da Pristina sulle merci serbe oltre un anno fa. Dazi che il passato governo ha in verità eliminato introducendo tuttavia al loro posto il principio di reciprocità con la parte serba, con l’obbligo che tutta la documentazione di accompagnamento delle merci serbe che entrano in Kosovo portino la dizione ‘Repubblica del Kosovo’. Cosa questa che Belgrado respinge sostenendo che ciò è peggio dei dazi e equivarrebbe a riconoscere l’indipendenza di Pristina.