Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Italia Under 21, Di Biagio: “Possiamo battere la Spagna”

di Giuseppina Citera

L’Italia è pronta per l’esordio nel campionato europeo Under 21. Gli azzurri, infatti, sfideranno domani la Spagna (ore 21.00) allo stadio Renato Dall’Ara di Bologna. Il commissario tecnico, Luigi Di Biagio, nella consueta conferenza stampa della vigilia ha caricato la squadra: “Vale come un sedicesimo di finale, bisogna iniziare subito con un risultato positivo . La tensione è quella giusta, piacevole, quella che ti permette di rimanere concentrati. Contiamo sull’appoggio di un grande pubblico. La Spagna la conosciamo bene, non so se sia più forte di due anni fa ma sicuramente il loro stile è lo stesso. Come giocare? Mi conoscete, l’obiettivo è quello di fare la gara attaccando. Sempre conservando l’equilibrio giusto, naturalmente. Il nostro modo di pensare e di giocare non deve cambiare, indipendentemente dall’avversario”. Per raggiungere l’obiettivo, però, bisognerà sfatare il tabù  Spagna, nazionale contro cui non vinciamo dal 2006: “Con la Spagna abbiamo vinto forse una volta con l’Under 21 negli ultimi 20 anni, ma oggi ce la giochiamo. Due anni fa giocammo tutta la ripresa in 10, speriamo di giocare 11 contro 11 e di dimostrare di poter competere contro di loro. Magari domani sarà la volta buona per batterli”. Il tecnico ha poi risposto a una domanda riguardante la possibile formazione: “Giocherà Meret. Non è un ruolo come gli altri ma non mi sento di dire che non verrà mai cambiato. Per gli altri, valuterò l’ultimo allenamento. Ho un paio di dubbi, li scioglierò domani”. Chiosa finale dedicata a Zaniolo, Mancini e Kean: “Nicolò è stato convocato prima in  Nazionale A perchè Roberto Mancini voleva conoscere da vicino i giocatori più talentuosi. Gianluca è un difensore centrale che in caso di emergenza può fare anche il terzino. Moise può fare tutto”. Di Biagio potrebbe optare per il consueto 4-3-3. In porta ci sarà Meret, davanti a lui la coppia centrale formata da Mancini e Bastoni, mentre Adjapong e Di Marco agiranno sulle corsie esterne. A centrocampo, invece, ci saranno Barella, Mandragora e Pellegrini. Davanti il trio Orsolini, Kean e Chiesa.