Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Italia Under 21, Di Biagio: “La reazione è stata da grande squadra, ma dobbiamo essere più continui”

di Giuseppina Citera

Al termine della sfida vinta 3-1 dall’Italia contro la Spagna, il commissario tecnico Luigi Di Biagio, ha analizzato la partita nella consueta conferenza stampa post – partita. Ecco le sue parole: “La prima gara è sempre complicata, non siamo partiti bene. Eravamo contratti, non sono riusciti a fare le cose che avevamo preparato. Abbiamo sofferto in fase di non possesso e non siamo stati lucidi. Con  il 4-3-3 abbiamo riconosciuto il nostro modo di giocare e siamo migliorati. Dobbiamo trovare continuità nel modo di giocare. Non era facile rimontare, la reazione è stata da grande squadra”.

Il 51enne romano si è soffermato sul gruppo e sui singoli: “Ho cresciuto questi ragazzi e ho creato un gruppo omogeneo. Mi dispiace aver lasciato in panchina alcuni giocatori che ho inserito nella ripresa. Bastoni, Cutroni e Orsolini, si sono comportati bene. I giocatori arrivati dalla Nazionale maggiore sono forti, hanno qualcosa in più e sono stati determinanti. Abbiamo commesso troppi errori in fase di costruzione e questo non te lo puoi permettere. Se la squadra da’ tutto in campo si ottengono grandi risultati”.

Il tecnico ha parlato delle condizioni di Barella e Zaniolo: “Barella ha un risentimento, niente di che, domani valuteremo meglio. Faremo le analisi in albergo. Zaniolo non sta benissimo, ha preso una bella botta”.

Chiosa finale dedicata al ritiro e ai tifosi: “I ragazzi hanno cenato con gli amici e la famiglia. Ho fatto due allenamenti con tutta la rosa, per questo motivo li ho fatti a porte chiuse. Chi ci segue sempre sa che molto spesso sono aperti. Mi dispiace che non lo pensi, non è una polemica. Nessuno mi ha posto una domanda sul pubblico, voglio fare un applauso alla città di Bologna”.