Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

“Ischia Film Festival”, ecco i titoli in concorso per la sezione “Best of”

redazione

Torna la sezione “Best of” all’Ischia Film Festival, il meglio del cinema italiano della stagione, in sette giorni. Una vetrina fortemente voluta dai direttori artistici Michelangelo Messina e Boris Sollazzo che porta registi, attori, sceneggiatori, produttori a incontrarsi a Ischia per parlare dello stato di salute della nostra industria e per presentarlo al pubblico del Castello Aragonese. Un momento importante, che ha posizionato l’evento dell’arcipelago delle isole campane tra gli appuntamenti più importanti del panorama festivaliero cinematografico italiano. Per questo, dopo l’innumerevole elenco di personalità del cinema internazionale che hanno calcato le scene del festival negli ultimi sedici anni, anche la diciassettesima edizione si appresta ad ospitare grandi stelle del cinema italiano. In ordine sparso: Valerio Mastandrea, Chiara Martegiani, Alessandro Borghi, Luca Argentero, Michele Placido, Lillo Petrolo, Violante Placido, Alice Rohrwacher, Walter Veltroni, Stasi & Fontana, Vinicio Marchioni, Massimiliano Bruno, Ilenia Pastorelli, Edoardo De Angelis, Pina Turco, Costanza Quatriglio, Sara Serraiocco, Wilma Labate, Nicola Guaglianone, Marina Confalone, Cristina Donadio, Alvaro Vitali, Paolo Calabresi e i Casa Surace.  Tutti insieme per parlare dei loro film, un cartellone che prevede i seguenti titoli: “Arrivederci Saigon” (Italia, 2018) di Wilma Labate, “Bentornato Presidente” (Italia, 2019) di Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi, C’è tempo” (Italia, 2019) di Walter Veltroni, “Copperman” (Italia, 2019) di Eros Puglielli, “Domani è un altro giorno” (Italia, 2019) di Simone Spada, “Drive me home”(Italia, 2018) di Simone Catania, “Lazzaro Felice” (Italia, Svizzera, Francia e Germania, 2018) di Alice Rohrwacher, “Ma cosa ci dice il cervello” (Italia, 2019) di Riccardo Milani, “Modalità aereo” (Italia, 2019) di Fausto Brizzi, “Moschettieri del re – La penultima missione” (Italia, 2018) di Giovanni Veronesi, “Non ci resta che il crimine” (Italia, 2019) di Massimiliano Bruno, “La paranza dei bambini” (Italia, 2019) di Claudio Giovannesi, “Ride” (Italia, 2018) di Valerio Mastandrea, “Sembra mio figlio” (Italia, 2018) di Costanza Quatriglio, “Sulla mia pelle” (Italia, 2018) di Alessio Cremonini, “L’uomo che comprò la luna” (Italia, 2019) di Paolo Zucca, “Il viaggio di Yao” (Francia e Senegal, 2018) di Philippe Godeau e “Il vizio della speranza” (Italia, 2018) di Edoardo De Angelis