Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Incendi Campania, associazioni chiedono stop alla stagione venatoria

redazione

Wwf Italia Regione Campania, Lipu e Legambiente Campania, Enpa e Lav Lega Antivivisezione hanno chiesto all’amministrazione regionale della Campania di sospendere “da subito l’imminente stagione venatoria 2017/2018, in attesa di verificare l’entità reale dei danni al patrimonio naturalistico della regione Campania a fine stagione estiva 2017, con sospensione delle attività connesse (addestramento cani, preapertura, gare cinofile)”. Per le associazioni l’inizio della futura stagione venatoria appare “assolutamente non compatibile con lo stato ambientale presente che si può e si deve paragonare a un vero e proprio disastro ambientale, con la prematura e devastante stagione di incendi che ha compromesso gravemente la stagione riproduttiva di tutte le specie, cacciabili e protette”. L’intraprendere ugualmente la pratica della caccia provocherebbe “danni incommensurabili verso il patrimonio naturale e faunistico regionale, nazionale ed internazionale”. Intanto la Regione Campania potrebbe richiedere lo stato di calamità naturale al ministero delle Politiche agricole in seguito agli incendi che si stanno susseguendo sul territorio in questi giorni. A dirlo è il governatore campano, Vincenzo De Luca, a conclusione di una riunione presso la centrale operativa della Protezione civile regionale. “Ragioneremo nei prossimi giorni con i Comuni interessati – ha detto – su come ripristinare l’ambiente e i territori devastati. E’, inoltre, già in corso la valutazione di una possibile richiesta di stato di calamità naturale”. Il governatore ha ricordato che è stata già “approvata la convenzione annuale per il pagamento degli straordinari ai vigili del fuoco per 400mila euro. E che quest’anno abbiamo impegnato ulteriori 200mila euro destinati agli interventi boschivi, secondo quanto stabilito e concordato venerdì scorso in una riunione in Prefettura, nella quale la Regione aveva accolto le istanze dei vigili del fuoco”. La convenzione anche quest’anno è attiva dal 15 luglio al 15 settembre. “Stesso periodo dell’anno scorso e stavolta – ha precisato De Luca – con risorse aggiuntive rispetto all’estate scorsa”. “Il comandante dei vigili del fuoco, presente alla riunione di oggi, ha rimarcato – ha riferito il presidente – l’apprezzamento e il ringraziamento per la collaborazione straordinaria offerta dalla Regione Campania. E sono diverse centinaia i nostri dipendenti della Protezione civile e i volontari che da noi organizzati, in silenzio e con grande dedizione hanno dato un contributo straordinario nel fronteggiare questo disastro dietro il quale, come è sempre più evidente, ci sono comportamenti delinquenziali”.  Il governatore ha poi aggiunto di aver “appena firmato la convenzione con l’Arma dei carabinieri per l’impiego dei droni nell’area vesuviana e casertana. Non appena l’Arma completerà l’acquisto e la messa in esercizio avremo un altro strumento importante di controllo del territorio”. “Come sempre, di fronte ai disastri, c’è chi lavora per dare una mano alle comunità e per risolvere i problemi, e chi – ha concluso De Luca – pensa a fare propaganda o sciacallaggio. Nessuna distrazione. Rimaniamo concentrati sull’obiettivo di risolvere le emergenze e sull’organizzazione di strumenti di prevenzione che in relazione alle nostre competenze, possono aiutare a contrastare con efficacia questi fenomeni.