Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Inaugurazione anno giudiziario a Potenza, Fiore: “Svolgiamo una professione nobile”

redazione

Potenza – Non si possono utilizzare “numeri di cemento, che però non ascoltano le storie degli uomini e delle donne. Davigo sembra avere le idee chiare. Per lui gli avvocati sono avidi mestatori. Illusionisti del processo, che producono solo un inutile contenzioso. Questa è qualità del nostro contributo? Forse accettiamo di sopravvivere, e accettiamo il ruolo di comparse distratte”. Lo ha detto stamani, nel capoluogo lucano, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario, la componente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Potenza, Stefania Fiore. “Diamo rispetto – ha aggiunto Fiore – ma non esigiamo rispetto. Forse siamo destinati a soccombere. Davigo però sbaglia. Può accadere, ma siamo avvocati, una nobile professione, siamo portatori di libertà e difensori di diritti. Qualità che il Ministro della Giustizia non ci riconosce, pur essendo lui stesso un avvocato. Non dobbiamo però desistere – ha concluso – perché il coraggio per un avvocato è tutto. Resistiamo”.