Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

In Basilicata un Protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità in banca

redazione

Matera – E’ stato sottoscritto il Protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità in banca, frutto di un costante rapporto di collaborazione da tempo avviato con l’ ABI, tra il Prefetto di Matera, Antonella Bellomo, i rappresentanti dell’Associazione Bancaria Italiana e degli istituti di credito operanti in ambito provinciale. “Tali intese rappresentano – spiga la Prefettura di Matera – un importante strumento che, grazie al potenziamento delle difese passive ed all’efficace azione di contrasto e prevenzione posta in essere dalle Forze dell’Ordine, hanno consentito una riduzione delle rapine in banca. A fronte di questa flessione, si è tuttavia registrato, negli ultimi tempi, un aumento, degli attacchi ai danni degli sportelli bancomat. Per prevenire il fenomeno, è stata prevista la possibilità di dotare tali apparecchiature di almeno tre sistemi di sicurezza, quali i dispositivi per la localizzazione/rintraccio, la videoregistrazione ed i sistemi remotizzati di monitoraggio. Le Forze dell’Ordine condivideranno linee-guida per la prevenzione e il contrasto della criminalità e interverranno, su richiesta delle banche e a fronte di reali stati di necessità, a specifici incontri con le banche stesse per fornire informazioni in materia di sicurezza. Di particolare rilievo è la previsione di un’analisi dei rischi che tenga conto dei contesti territoriali con l’impegno per le banche firmatarie di valutare il rischio rapina di ciascuna dipendenza ed il rischio di attacco alle apparecchiature ATM, aggiornando periodicamente detta valutazione in relazione all’evoluzione del fenomeno criminoso e alle eventuali informazioni fornite dalle Forze dell’Ordine e utilizzando strumenti di analisi territoriale predisposti con OSSIF – il Centro di Ricerca dell’ABI sulla Sicurezza Anticrimine – per determinare le aree a maggior rischio. L’obiettivo del Protocollo è anche quello di assicurare uno scambio informativo continuo tra Istituti bancari e Forze dell’Ordine, con un maggiore coinvolgimento dell’OSSIF, Centro di Ricerca dell’ABI sulla sicurezza anticrimine. La Prefettura promuoverà Riunioni di Coordinamento delle Forze di Polizia o Comitati Provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per la trattazione delle problematiche inerenti la sicurezza bancaria, anche a seguito di situazioni di particolare criticità che dovessero essere segnalate dalle Forze di Polizia e/o dalle parti firmatarie del Protocollo d’Intesa ovvero dalle Organizzazioni Sindacali di categoria. Significativa è stata l’adesione al Protocollo da parte degli Istituti di credito operanti nella provincia materana che indica gli ottimi risultati raggiunti, in termini di prevenzione delle rapine e di altre forme di criminalità in tale settore e stimola a proseguire con il massimo impegno, attraverso il fronte unico Prefetture – ABI – Forze dell’Ordine – Istituti di credito, per una efficace tutela delle condizioni di sicurezza”.