Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

In Afghanistan rilasciati 2000 detenuti legati ai talebani.

redazione

Prosegue il processo di pacificazione tra il govenro di Kabul ed i talebani. Ieri il presidente Afgano Ashraf Ghani ha annunciato la liberazione di altri 2000 detenuti legati ai talebani. La liberazione di coloro che per i talebani sono considerati prigionieri politici è condizione necessaria per avviare le trattative di pace e porre fine a quasi vent’anni di guerra. Non è la prima volta che accade; due settimane fa in occasione del Ramadan altri mille prigionieri erano stati rilasciati. Sono cinquecento, invece, i prigionieri detenuti dai talebani che hanno trovato la libertà.  Talebani che dettano le regole.  “Se i 5.000 prigionieri nella lista che abbiamo fornito al governo saranno tutti liberati, saremo pronti a tenere negoziati entro una settimana”, ha commentato il portavoce talebano Suhaili Shaheen dal Qatar, il luogo dove gli insorti mantengono i contatti con gli Stati Uniti e dove a gennaio era stata siglata un’intesa al fine di favorire gli accordi di pace e far ritirare le truppe americane dal Paese.