Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano organizza un convegno sulle orchidee spontanee

redazione

Le orchidee spontanee “presenti nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano sono uno dei principali fiori all’occhiello della ricca biodiversità” dell’area protetta, e “l’Ente ha deciso di puntare sulla divulgazione delle ricerche e degli studi su questa preziosa specie floristica” attraverso “un convegno a carattere scientifico, di livello internazionale, che si svolgerà nel corso del prossimo anno, organizzato dal Parco e realizzato dal Giros (Gruppo Italiano Ricercatori Orchidee Spontanee) con la collaborazione del Ceas Bosco Faggeto di Moliterno”. Secondo quanto scritto in una nota, il convegno si svolgerà dal 22 al 25 maggio 2019, nella sede del Parco, per “dare rilievo al patrimonio naturalistico costituito dalle orchidee spontanee e di divulgare i risultati che i ricercatori hanno elaborato nel corso dei numerosi studi che hanno interessato l’area protetta”. Il programma delle giornate prevede escursioni quotidiane per l’osservazione diretta delle orchidee da parte dei partecipanti, che giungeranno da diverse nazioni. Le visite sul campo saranno seguite da seminari di approfondimento. “La valorizzazione del nostro Parco – ha detto il vicepresidente del Parco, Vittorio Triunfo – passa necessariamente attraverso azioni di qualità che possano attirare verso la nostra area protetta l’interesse di quanti vanno alla ricerca di natura protetta e di biodiversità rara, e il compito dell’Ente Parco deve essere quello di custodire e salvaguardare questo prezioso patrimonio, ma anche di farlo conoscere e renderlo fruibile il più possibile”.