Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

“Hunting Show Sud”, Sorrentino: “I visitatori rappresentano la figura del cacciatore ecologo”

redazione

Il mondo della caccia è al Tarì di Marcianise. “Hunting Show Sud ha richiamato anche ieri tanto pubblico per il salone di Italian Exhibition Group dedicato all’arte venatoria. Oltre alle presenzi istituzionali, anche il mondo associativo è presente alla rassegna, con commenti entusiasti per il successo dell’iniziativa.  “Questo è un bacino importantissimo – il commento di Gianluca Dall’Olio, presidente della Federazione Italiana della Caccia – sia sotto il profilo sociale che culturale. Qui si concentra oltre un terzo dei cacciatori italiani e fino all’iniziativa di Ieg non esisteva un solido appuntamento espositivo. Siamo molto soddisfatti: la qualità organizzativa, la location di profilo europeo e il grande afflusso di pubblico rappresentano un mondo dinamico e che produce business. Inoltre si afferma un valore sociale identitario, vedo tante famiglie e certamente ci sono prospettive importanti di sviluppo, basti pensare al bacino di oltre 40.000 cacciatori della vicina Sicilia”. “Da napoletano sono felice del successo – dice Sergio Sorrentino, presidente nazionale di Arci Caccia – capace di portare nella culla della cultura venatoria mondiale un’iniziativa così ben strutturata. Leggo un protagonismo del Sud che fa bene a tutti. I visitatori rappresentano la figura del cacciatore ecologo, protagonista di un’attività sostenibile, oltre ad una economia viva del Paese e che trova al Sud stimoli importanti. Ci impegneremo per supportare Ieg nelle sue strategie di sviluppo del progetto”Hunting Show Sud”. “Sono favorevolmente stupito – afferma Lamberto Cardia, Presidente nazionale di Enalcaccia – perché in poco tempo è stato creato un evento così importante e partecipato. Complimenti a tutti per l’efficienza e capacità di accogliere il nostro mondo. E’ evidente la voglia di fare, dii essere protagonisti, questo fa bene al Sud e fa bene alla caccia, insieme al suo movimento culturale ed economico. E sottolineo l’importanza di vedere tanti giovani qui ad Hunting Show Sud, attratti dai valori della cultura venatoria. L’afflusso è davvero imponente e ci sono le premesse per ulteriori sviluppi”.