Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Gli insegnanti italiani tra i piu’ anziani d’europa

redazione

Nel 2017, quasi 6 milioni di persone lavoravano come insegnanti nell’Unione europea. Lo ha reso noto Eurostat venerdì 4 ottobre in occasione della Giornata mondiale degli insegnanti. Il 72% (4,2 milioni) erano donne ed il 9% del totale (mezzo milione all’incirca) aveva meno di 30 anni, mentre 2,1 milioni (36%) avevano 50 anni o più. L’Ufficio statistico dell’UE sottolinea anche che la percentuale di insegnanti di sesso femminile è stata la più alta in Lettonia (87%) e Lituania (85%), seguita da Bulgaria, Estonia e Slovenia. La quota di insegnanti di sesso maschile più alta si registra in Danimarca (35%) e in Lussemburgo (35%), davanti alla Spagna ed alla Grecia (entrambi 34%), seguite da Francia (32%) ed i Paesi Bassi (31%). Il 36% degli insegnanti delle scuole primarie e secondarie dell’UE anni nel 2017. I dati segnalano che più della metà degli insegnanti italiani aveva 50 anni o più, con quote anche in Lituania (50%), Estonia (49%), Bulgaria (48%), Grecia (47%) e Lettonia (46%). Il 9% degli insegnanti nell’UE aveva più di 60 anni nel 2017, con la quota più alta in questa fascia di età riscontrata nuovamente in Estonia (19%), Italia (17%) e Germania (16%).