Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Giro d’Italia, edizione 103 al via da Budapest il 9 maggio

redazione

Tre cronometro individuali (per un totale di 58,8 km), 6 tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti, 7 di media difficoltà e 5 di alta difficoltà caratterizzeranno il percorso dell’edizione 103 del Giro d’Italia 2020 che partirà il 9 maggio da Budapest, 14ª partenza dall’estero per il Giro d’Italia e prima da un Paese dell’Est Europeo. Sette gli arrivi in salita, compresa la cronometro iniziale di Budapest. Frazione conclusiva, il 31 maggio, con una prova contro il tempo, da Cernusco sul Naviglio a Milano che per la 78ª volta ospiterà la tappa conclusiva. La Cima Coppi sarà lo Stelvio con i suoi 2.758 metri. Per la prima volta nella storia della Corsa Rosa, una tappa partirà all’interno di una base militare, da Rivolto, sede del 2° Stormo dell’Aeronautica Militare. L’arrivo a Rimini ricorderà Federico Fellini nel centenario della nascita. Sarà l’Ungheria sabato 9 maggio, con la tappa di apertura a cronometro per le vie di Budapest di 8,6 km e due tappe per velocisti nel nord del Paese, a lanciare il Giro d’Italia 2020. Martedì 12 maggio la Monreale-Agrigento di 136 km aprirà il trittico di tappe nella Regione Siciliana con un arrivo in quota a Enna. Il 15 maggio in Calabria, da Miletoa Camigliatello Silano di 223 km (lunga salita finale di 22 km con pendenze dolci). Sabato 16 maggio frazione dedicata alle ruote veloci del gruppo da Castrovillari a Brindisi. Tappa mossa, la nona, soprattutto nella parte finale, che porterà il gruppo da Giovinazzo a Vieste (circuito finale di 12,7 km).