Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Giovani & lavoro. Arriva il concorso in Polizia.

redazione

Conto alla rovescia per il concorso Polizia 2017, che per la prima volta sarà aperto anche ai civili. L’uscita del bando prevede la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale tra marzo e aprile 2017. Lo scorso novembre il sito internet del sindacato NPS aveva confermato che il bando non sarebbe stato pubblicato nel 2016, come precedentemente annunciato, ma all’inizio del 2017. La Polizia di Stato non ha confermato né ha fornito dati precisi al riguardo, ma con ogni probabilità il bando uscirà solo dopo le ripetizioni delle prove scritte del concorso del 2016, che si terranno dal 6 all’11 marzo prossimo.   Sembra che i posti disponibili per il concorso Polizia 2017 saranno “superiori alle mille unità”. Un numero molto maggiore, quindi, dei 488 posti dei quali si era parlato nel 2016. Anche in questo caso manca l’ufficialità, ma pare il ritardo nell’emanazione del bando sia dovuto proprio in larga parte proprio alla valutazione di un ampliamento del numero dei posti. Una novità certa, molto importante per un gran numero di potenziali candidati, è che il concorso della Polizia di Stato per il 2017 sarà aperto anche ai civili. Per effetto del Decreto legislativo n. 7/2014, infatti, potranno partecipare alla selezione tutti i cittadini di età superiore a 16 anni che abbiano completato la scuola media. Gli altri requisiti necessari per partecipare al concorso dovrebbero essere gli stessi di quelli previsti nei precedenti bandi: possesso della cittadinanza italiana, età non superiore ai 30 anni, godimento dei diritti politici e assenza di condanne per delitti colposi. Quanto alle prove d’esame, con ogni probabilità consisteranno in un questionario con domande a risposte sintetiche o multiple su argomenti di cultura generale, seguito dalla verifica della conoscenza di una lingua straniera e da quesiti in materia di apparecchiature e applicazioni informatiche. Supererà la prova chi riporterà un punteggio non inferiore a sei decimi. I candidati risultati idonei verranno poi sottoposti agli accertamenti dei requisiti psichici e attitudinali.