Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Fisco – 8 per mille nel mirino della Corte dei Conti

redazione

La Corte dei conti nella sua relazione sulla destinazione e gestione dell’8 per mille dell’Irpef, a seguito delle deliberazioni della stessa Corte, ha rilevato “il perdurare degli elementi di debolezza nella normativa, ormai risalente ad oltre 30 anni, e nella gestione dell’istituto, che impongono valutazioni ed iniziative da parte dei molti soggetti coinvolti, come già constatato nella relazione del 19 novembre 2014. In particolare, “si conferma l’assenza di controlli sulla gestione delle risorse”. “Ad un anno dalla precedente relazione, il monitoraggio ha fatto emergere che – si legge in una nota – risultano rilevanti anomalie sul comportamento di alcuni intermediari, sulle quali proseguono le attività di controllo dell’Agenzia delle entrate e che perdura lo scarso interesse per la quota di propria competenza da parte dello Stato. Si conferma l’assenza di controlli sulla gestione delle risorse”. Nell’ordine delle competenze amministrative, l’amministrazione può riferire gli esiti dei propri controlli alla Presidenza del Consiglio e al Ministero dell’economia, per le rispettive iniziative di natura amministrativa e legislativa. La Corte ha dato atto altresì di un miglioramento nella trasparenza, completezza e correttezza della diffusione dei dati.