Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Femminicidio, archiviata una denuncia su quattro

redazione

Una denuncia su quattro finisce nel nulla: “un quarto delle denunce a carico di soggetti che si sono resi responsabili di violenza sulle donne vengono definite con richieste di archiviazione nel merito”. A dirlo è la Commissione d’inchiesta sul femminicidio nella relazione approvata all’unanimità lo scorso 6 febbraio sottolineando, però, che se si va a guardare la media nazionale di tutti gli altri reati, emerge che “le archiviazioni per i reati di violenza di genere hanno una minore consistenza quantitativa”. I numeri del fenomeno sono stati raccolti dalla Commissione attraverso un questionario composto da 48 domande e inviato alle procure della Repubblica, ai tribunali ordinari, alle corti di appello ed alla Corte di Cassazione. I dati, raccolti tra ottobre e novembre dell’anno scorso, dicono dunque che la percentuale di archiviazione nei confronti di soggetti indagati per maltrattamenti è pari al 26,45 %. Scende al 23,29% per la violenza sessuale e aumenta al 28,57% per la violenza di gruppo. Per lo stalking è pari al 25,08. La relazione della Commissione si sofferma poi sulla percentuale dei procedimenti arrivati a sentenza: l’88,57% si conclude entro 3 anni dall’iscrizione della notizia di reato, lo 0,6% tra due e tre anni e il 10,83% oltre tre i anni. Si tratta, secondo la Commissione, di numeri “positivi” che però non devono prestarsi ad “enfasi celebrativa” poiché “i tempi che possono apparire ragionevoli all’operatore della giustizia possono essere (e generalmente sono) estremamente faticosi per la vittima coinvolta nella vicenda penale”.