Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Facebook, maggiore chiarezza sull’utilizzo dei dati personali

redazione

Cambiano le regole di Facebook dopo l’intervento della Commissione europea e delle Autorità nazionali di protezione dei consumatori. Nei nuovi termini di servizio, vagliati il 9 aprile, l’impresa americana presenta più chiaramente – secondo la Commissaria alla Giustizia, consumatori e partita di genere, Vera Jourová – il modo in cui vengono utilizzate le informazioni degli utenti per attività di profiling e d’individuazione degli obiettivi pubblicitari. Vengono quindi identificati i dati che Facebook venderà a terzi, le modalità per chiudere il proprio conto e le ragioni per cui un conto può essere disattivato. Il gigante di Menlo Park si è anche impegnato a spiegare agli utilizzatori perché certi loro post sono stati rimossi e a informarli su come appellarsi contro tale decisione; a chiarire e fornire giustificazioni sull’eventuale decisione di mettere a disposizione dell’autorità giudiziaria contenuti che erano stati rimossi dagli utilizzatori ed a limitare ad un massimo di 90 giorni il termine per eliminare definitivamente dal server i post cancellati dagli utenti.