Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Elezioni a settembre, De Luca: “La proposta del Governo è irresponsabile”

redazione

Election day a settembre? “La proposta del Governo è irresponsabile. Sono Lega, Fdi, Fi e anche M5s a voler impedire il voto a luglio, ce lo ha comunicato il ministro dell’Interno per quanto riguarda le opposizioni”. Vincenzo De Luca imbraccia il lanciafiamme contro l’idea del voto in autunno: “La data delle elezioni la fissano le Regioni, ma il governo ha escluso che si voti prima di settembre. Nel frattempo hanno aperto palestre, piscine, centri commerciali, ridicolo quindi impedire di votare a fine luglio”. La motivazione addotta dal governatore della Campania è legata alle scuole, che dovrebbero fermarsi subito dopo la riapertura e poi ancora per i ballottaggi, mentre sarebbero alle porte l’influenza stagionale e la temuta seconda ondata di Covid 19. Unanime la risposta del centrodestra campano: De Luca preme per il voto subito “avendo paura che il tempo sveli ai campani le sue bugie”. Nella sua abituale diretta social del venerdì il governatore parla anche di mobilità interregionale. “In presenza di contagi elevati è ovvio che in un territorio debbano esserci limiti alla mobilità. Il Governo però non ha ancora definito un criterio indiscutibile cui fare riferimento, speriamo faccia scelte responsabili per evitare il moltiplicarsi dei contagi. Noi comunque tuteleremo al massimo la situazione epidemiologica della nostra regione, sarà nostro dovere”. Il presidente della Regione sottolinea di essere “ancora preoccupato” per l’epidemia: “Vedo troppa gente assolutamente tranquilla come se il problema fosse stato rimosso”. Non mancano ovviamente le stilettate ironiche. Sulle polemiche per gli orari della movida, “dico ai ragazzi: se vi vendono la vodka a 50 centesimi al bicchiere non viene da San Pietroburgo ma è distillata nelle fogne della città”. Gli assistenti civici? “Il governo ha deciso che useranno 60.000 volontari, una decisione mistica. Non possono fare la multa a chi non ha la mascherina, a chi non mantiene i tavoli distanziati, non possono intervenire sulla movida. Ci è stato detto che fanno moral suasion, quindi esercizi spirituali. Vedremo 60.000 persone con il saio con sopra scritto ‘pentiti!’, nei vicoli. Il Governo ha ridato vita al movimento degli spirituali di Jacopone da Todi e Ubertino da Casale”. Infine, “la Campania ha subito un furto dal ministero dell’economia che deve restituirci 240 milioni di euro. Ne ho parlato con il presidente del Consiglio ma non ho avuto risposta, ne ho parlato con il ministro dell’Economia che è un amico ma vorrei da lui segni di vita. Non vorrei leggere a Roma un manifesto che dice che è volato all’Altissimo lasciandoci qui da soli a combattere”.