Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Donne al comando. Van Der Leyen presidente Commissione UE e Lagarde alla Bce

di Lorenzo Peluso

f

Il vertice dei capi di Stato e di governo dell’Ue ha deciso di designare come candidata alla presidenza della nuova commissione europea la tedesca Ursula Van Der Leyen, attuale ministro della Difesa e del Ppe. Inoltre, ha eletto come nuovo presidente del Consiglio europeo il premier belga uscente Charles Michel, liberale. Il Consiglio europeo ha poi nominato la francese Christine Lagarde come candidata per la presidenza della Bce, e lo spagnolo Josep Borrell Fontenelles come candidato Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune.

Van Der Leyen dovrà ora essere “eletta” a maggioranza dalla plenaria de Parlamento europeo, mentre la Lagarde dovrà passare per un voto di conferma formale da parte dell’Ecofin. Borrell, per parte sua, verrà confermato solo con il voto di fiducia del Parlamento europeo all’intera nuova Commissione, a fine estate. Successivamente, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha detto che i capi di Stato e di governo hanno chiesto alla neo designata candidata alla presidenza della Commissione europea, Ursula van der Leyen, di nominare fra i suoi vicepresidenti un italiano e qualcuno dei paesi dell’Est. “Vogliamo incoraggiare Ursula van der Leyen a proporre un equilibrio geografico fra i vicepresidenti” dell’Esecutivo comunitario; “se mi chiedete che cosa significa questo; vi dico che dovrebbero essere a bordo l’Europa centro orientale così come l’Italia”. Ha spiegato Tusk durante la sua conferenza stampa al termine vertice Ue sulle nuove nomine nelle istituzioni europee.