Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Diplomi falsi ad Avellino, sei arresti

redazione

I carabinieri di Avellino hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari e notificato la sospensione dall’ esercizio del pubblico ufficio a sei persone nell’ ambito dell’ inchiesta sui “diplomi facili”, nata da un servizio di “Striscia la Notizia”. Tra gli indagati figura un funzionario del Provveditorato agli Studi di Avellino. Il gip contesta ai sei, a vario titolo, i reati di corruzione, falso materiale e ideologico commesso da pubblico ufficiale, in concorso continuato e aggravato. I sei sarebbero responsabili di oltre 50 casi di compravendita di falsi attestati, dietro compensi che variavano dai 2 ai 2.300 euro. Le false attestazioni riguardavano frequenze ai corsi Eipass (corsi di formazione on-line) e diplomi di qualifica in scuole private al fine di incrementare il punteggio per partecipare a concorsi pubblici. Le nuove indagini hanno esteso l’inchiesta originaria che aveva portato ad una condanna a quattro anni e mezzo di reclusione in primo grado di un ex collaboratore esterno della Cisl di Avellino, ritenuto l’anello strategico della attività corruttiva.