Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Dalla Campania l’export delle eccellenze del sud

redazione

Napoli – “E’ un grande orgoglio per me poter partecipare all’inaugurazione della sede di Napoli di Cassa depositi e prestiti, un presidio per il sud e per le imprese del sud ed è molto importante che ci sia una collaborazione con la Farnesina e con l’agenzia per il commercio estero che da pochi mesi è sotto la Farnesina, perché le imprese del sud purtroppo contribuiscono solo al 10% di tutto l’export nazionale eppure hanno da esportare nel mondo made in Italy di eccellenza, che sono sicuro farebbe innamorare tutti i popoli dove andiamo a promuovere le nostre imprese”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il 29 novembre a margine dell’inaugurazione della sede di Napoli di Cassa depositi e prestiti. “Il programma di apertura dei nuovi uffici del Gruppo Cdp a Napoli parte dalla volontà di mettere il territorio al centro del nostro operato – ha sottolineato l’amministratore delegato di Cpd, Palermo – C’è un rapporto storico che unisce Cdp ai territori. Un rapporto che vogliamo rafforzare ulteriormente avviando un modello di coesione con le pubbliche amministrazioni e le imprese, portando un nuovo schema integrato di professionalità e competenze di Gruppo, fatto di tecnici al servizio del Paese”. La nuova sede risponde ad una visione innovativa rispetto al passato: non più uffici di rappresentanza ma punti di riferimento operativi, grazie alla presenza di professionisti dedicati in grado di dare risposte alle esigenze di imprese e pubbliche amministrazioni tramite l’offerta dell’intera gamma di prodotti del Gruppo Cdp: finanziamenti, garanzie, venture capital e private equity, nonché attività di consulenza finanziaria e tecnica. Un modello integrato di servizi sempre più adeguati alle esigenze del territorio. L’inaugurazione della nuova sede di Napoli si inserisce in un più ampio piano di avvicinamento al territorio, che ha già visto l’apertura delle sedi di Verona e Genova, cui seguiranno, tra le altre, Firenze, Palermo, Bari e Torino. Cassa depositi e prestiti ha siglato inoltre un Protocollo d’intesa con Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il Protocollo prevede l’avvio di un rapporto di collaborazione volto alla valutazione e definizione di iniziative finalizzate a potenziare l’assistenza alle imprese italiane e fornire loro un supporto più completo, integrato e di sistema. Tale collaborazione potrà essere realizzata attraverso la costituzione di desk dell’Agenzia Ice presso le sedi territoriali di Cdp e la costituzione di desk di Cdp presso le sedi estere dell’Agenzia Ice, al fine di favorire il sostegno alle aziende che evidenzieranno il bisogno di sostenere i propri progetti di crescita e innovazione e che intendono operare in mercati esteri. “Vogliamo una Ice più vicina alle imprese del territorio e dobbiamo incrementare il numero delle Pmi del Mezzogiorno presenti sistematicamente sui mercati internazionali, oggi ancora troppo basso – afferma Carlo Ferro, presidente dell’Agenzia Ice – Le aziende del meridione rappresentano solo il 12% dell’export italiano e, se guardiamo alla Campania, questa percentuale si attesta al 5%. Il successo è un gioco di squadra e l’intesa firmata con Cdp prevede la collaborazione sui territori per essere più vicini alle imprese: offriamo loro una presenza sistematica per almeno un giorno alla settimana in 18 Regioni italiane, un’antenna di contatto con il network dei nostri 80 uffici all’estero”.