Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Curiosità – Nei matrimoni, gli sposi preferiscono i contanti come regalo

redazione

Luglio è arrivato e la stagione dei matrimoni è già nel pieno del suo ritmo. Uno dei grandi dubbi per gli invitati arriva al momento della scelta del regalo. Anche se per molti può sembrare freddo e un po’ materiale, regalare contanti nella maggior parte dei casi è la scelta migliore che si possa fare. Secondo uno studio del portale Matrimonio.com la spesa media per un matrimonio si aggira intorno ai 20.800 euro, cifra per la quale un 10% circa delle coppie chiede un prestito bancario. E, se consideriamo, che al giorno d’oggi la maggioranza dei futuri sposi già convive, il regalo in denaro sarà più utile e sicuramente apprezzato perché permetterà agli sposi di investirlo come meglio credono, che sia per il pagamento dei fornitori o per viaggio di nozze. Il comune buon senso dice che sono 3 le cose da tenere in considerazione: la relazione che si ha con i futuri sposi, il livello del matrimonio e (soprattutto) le proprie possibilità economiche. Ma, come riferisce Matrimonio.com, ci sono altri fattori che incidono nella scelta corretta della cifra da investire per il regalo: per esempio il numero di persone della stessa famiglia ad essere state invitate (ovviamente per le famiglie numerose, soprattutto se accompagnate da bambini, la cifra sarà forfettaria) o il costo di eventuali spostamenti e pernottamenti in hotel. Una volta verificate queste componenti bisognerà tenere in considerazione il rapporto che si ha con gli sposi e il proprio ruolo durante il gran giorno: una cosa sarà essere testimoni o amici molto vicini alla coppia e un’altra, per esempio, essere colleghi di lavoro. Si considera che il budget minimo da investire sia di 100 euro anche se l’investimento medio si aggira intorno ai 250 euro: questo comprenderebbe il costo a persona del banchetto più un ulteriore contributo.