Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Curiosità – Messaggio in bottiglia lanciato in mare in Grecia finisce a Gaza

redazione

C’è speranza per i naufraghi che affidano la loro salvezza al classico messaggio nella bottiglia. Questo rudimentale strumento di comunicazione ha dimostrato una sua efficacia: una bottiglia lanciata in mare due mesi fa da una coppia britannica dall’isola greca di Rodi ha infatti attraversato tutto il mar Mediterraneo per finire su una spiaggia dell’enclave palestinese Gaza. A “pescare” l’oggetto contenente un messaggio è stato il pescatore palestinese Jihad al-Soltan che ha trovato la bottiglia lo scorso 15 agosto.  La famiglia del pescatore ha contattato gli autori del messaggio contenuto nella bottiglia, britannica Bethany Wright e il suo compagno Zac Marriner, scrivendo loro all’indirizzo email che avevano scritto nella lettera. La bottiglia è stata gettata in mare due mesi fa mentre la coppia era in vacanza sull’isola greca. “Stiamo attualmente in vacanza a Rodi e vorremmo sapere quanto lontano può andare questa bottiglia, anche se solo sulla spiaggia più vicina”, avevano scritto i due sul foglio inserito nella bottiglia che ha percorso circa 800 chilometri prima di essere trovata da Soltan. “Non avrebbero mai immaginato che sarebbe arrivata a Gaza!” ha commentato il pescatore palestinese. La striscia di Gaza è un territorio stretto lungo 40 chilometri largo 10. Si trova tra Israele, l’Egitto e il Mediterraneo orientale. Israele ha sottoposto l’enclave palestinese a un rigoroso blocco terrestre, aereo e marittimo. Dal 2013 l’Egitto, l’unico altro paese con cui la striscia di Gaza condivide un confine, ha praticamente chiuso definitivamente la frontiera con la Striscia governata dal movimento islamista Hamas. La posta destinata all’enclave è generalmente soggetta a misure di sicurezza israeliane che non hanno potuto fare nulla contro l’insolita corrispondenza.