Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Crisi – Gli italiani pronti a spendere 327milioni di euro per i regali di Natale.

redazione

A Natale la tradizione non passa mai di moda. Oltre il 43% degli italiani coinvolti nella nuova indagine di mercato sui comportamenti d’acquisto in previsione dello shopping natalizio condotta da eBay associa infatti in maniera imprescindibile il 25 dicembre alle consuetudini intramontabili. Prima fra tutte quella della scelta dei regali. Saranno infatti più di 327 milioni i doni che gli italiani troveranno sotto l’albero per una spesa prevista che si aggira intorno agli 8 miliardi di euro. Per il Natale 2018 la media di acquisto degli italiani sarà di 9 regali. La spesa media complessiva si attesta intorno ai 216 euro. Ma c’è anche un 14% del campione che afferma di avere preventivato di spendere più di 400 euro: sono 16% uomini e 13% donne. Fino ai 100 euro infine è la risposta più diffusa tra i millennial (50% del campione).

Computer e device sono sempre più utilizzati per fare acquisti, mentre i social si confermano importanti fonti di ispirazione: 20,6 milioni di italiani dichiarano di usare un Social Media. Facebook è il più popolare e indicato dal 28% degli intervistati. Se ci si sofferma sulle diverse fasce di età è evidente come Instagram sia per eccellenza il Social Network dei giovani, anche a Natale: il 54% del campione tra i 16 e i 24 anni afferma di usarlo per trovare idee e trend. Anche Pinterest ha conquistato il suo spazio: il 18% dei ragazzi fino ai 24 anni non rinuncia a questo social per orientarsi nella scelta. La rete diviene anche un mezzo d’acquisto sempre più gettonato. Il 53% degli intervistati dichiara che rispetto al 2017 utilizzerà maggiormente il canale online per fare shopping durante le feste. Un dato interessante è come circa 6 milioni di persone siano intenzionate ad effettuare acquisti tramite smartphone. Non ultimo in termini di importanza anche il mondo della beneficenza. Settore che per eccellenza ricorda come il regalare racchiuda un significato intrinseco che va oltre l’oggetto fisico: il 73,3% degli intervistati collabora con associazioni o enti in occasione del periodo di Natale. Sono le donne a contribuire in misura maggiore a cause solidali per Natale (76,4%). Tra le azioni principali troviamo la donazione di alimenti (47,2%) e di vestiti e giocattoli (44,8%). La fascia dai 39 ai 65 anni è quella che in maggior misura contribuisce e finanzia azioni solidali e cause benefiche durante il periodo di Natale (75,3%).