Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Coronavirus – Superati i 290mila morti nel mondo

redazione

Ha superato la soglia di 290.000 il numero di morti per coronavirus nel mondo, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Il numero esatto delle vittime è 290.838. Il Paese che conta più morti sono gli Usa con 82.105. Seguiti dalla Gran Bretagna (32.692), l’Italia (30.911), la Francia (26.991) e la Spagna (26.920). Il numero totale di contagi segnalati è 4.247.709. America Latina. 23 mila morti Nuovo balzo in avanti in America Latina della pandemia di coronavirus. In meno di 24 ore i contagi sono cresciuti di 20.000 unità, attestandosi a 400.807, mentre i decessi hanno raggiunto quota 23.011. E’ quanto emerge da una statistica elaborata dall’Ansa per 34 nazioni e territori latinoamericani. Il Brasile guida la classifica con il 45% dei contagiati (177.589) e quasi la metà dei decessi. Segue il Perù con 72. 059 casi. Record morti in Brasile, 881 in 24 ore Sono 881 i morti per covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, secondo il Ministero della Salute. Si tratta della cifra più alta dall’inizio della pandemia. Il bilancio totale delle vittime sale così a 12.3400. I nuovi contagi accertati sono 9.258, che portano il numero totale a 177.589. Il presidente Jair Bolsonaro ha autorizzato la riapertura dell’attività economica sebbene molti governatori abbiano deciso di sfidare l’ordine. Messico. 38.324 casi di coronavirus, quasi 4mila morti In Messico i casi confermati di coronavirus sono 38.324. Sole nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 1.997. I decessi sfiorano i 4mila morti, per la precisione 3.926. Questo secondo l’ultimo bilancio fornito dal Ministero della Salute. Maduro: “Lockdown sarà esteso per un altro mese” In Venezuela, il Presidente Nicolas Maduro, ha annunciato che il “lockdown sarà esteso per un altro mese”. Nel Paese si registrano 423 casi. 10 i decessi. 205 le guarigioni. Cina. I nuovi casi sono 7 7 i nuovi casi di coronavirus registrati in Cina. 6 sono ‘locali’, individuati nella provincia di Jilin, mentre uno è importato. In totale sono 82.926. I decessi hanno raggiunto quota 4.633. Sul fronte degli asintomatici, ne sono stati individuati altri 8. I guariti sono complessivamente 78.189. Questi i dati forniti dalla Commissione Nazionale per la Salute della Repubblica Popolare cinese. Turchia. Quasi 4mila decessi. Hanno riaperto parrucchieri e centri commerciali In Turchia sono 141.000 i casi confermati. 3.894 i decessi (+53). Nel Paese intanto hanno riaperto dopo 50 giorni parrucchieri e barbieri, che dovranno rispettare rigide misure di igiene e distanziamento sociale e l’obbligo di mascherine. Via libera anche ai 436 centri commerciali turchi, chiusi dal 20 marzo, dove però bar e ristoranti resteranno per il momento chiusi. Il ritorno del funzionamento a pieno regime è previsto dal primo giugno. Ripartono anche diversi settori produttivi, tra cui molte grandi fabbriche del settore auto.