Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Coronavirus, sospesi gli eventi a Salerno fino all’1 marzo

redazione

Nuova riunione stamane in prefettura del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per fare il punto sull’emergenza coronavirus. All’incontro, oltre al prefetto Francesco Russo, hanno partecipato diversi sindaci, il direttore sanitario dell’Asl, il commissario straordinario del Ruggi, il presidente dell’Ordine dei Farmacisti, i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico provinciale e dei Vigili del Fuoco. Il prefetto Russo ha ribadito l’esigenza di “garantire un corretto circuito informativo inter-istituzionale, armonizzare gli interventi delle istituzioni e, in particolare, dei sindaci, che dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dalle autorità competenti in materia sanitaria nonché alle disposizioni del Governo e della Regione Campania”. Le parti si aggiorneranno nuovamente lunedì 3 marzo quando ci sarà un incontro con tutti i sindaci nel salone della Provincia di Salerno per chiarire ogni dubbio. È stata, inoltre, condivisa dai sindaci presenti l’intesa di effettuare direttamente la disinfezione all’interno dei locali scolastici e di sospendere le manifestazioni pubbliche fino al 1° marzo. Misure precauzionali applicate anche dalla Diocesi di Salerno. In una lettera inviata a tutti i sacerdoti, l’arcivescovo di Salerno, monignor Andrea Bellandi ha indicato le precauzioni da adottare durante la celebrazione: svuotare le acquasantiere, omettere lo scambio della pace, distribuire in mano la Comunione eucaristica e prendere precauzioni durante le confessioni e in contesti di contatti personali. “I sacerdoti spieghino ai fedeli che si tratta di doverose misure precauzionali, da adottare per il bene della società”, si legge nella lettera inviata dal vescovo.