Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Coronavirus, il Comune di Giffoni Sei Casali rinvia il pagamento della prima rata dell’Imu

redazione

Con delibera di Giunta comunale n°42 del 1° giugno 2020, è stato deliberato di procrastinare il pagamento della prima rata dell’imposta municipale propria, Imu, così come disciplinata dalle norme vigenti e che si applica ai possessori degli immobili diversi dall’abitazione principale. I cittadini di Giffoni Sei Casali interessati, non dovranno più pagare l’imposta entro il prossimo 16 giugno, ma la scadenza dell’Imu è stata rinviata al prossimo 31 agosto 2020.  Il documento è stato adottato dopo poche ore dall’approvazione all’unanimità, da parte del Consiglio comunale, del nuovo regolamento che disciplina l’imposta municipale propria. In particolare il disciplinare, approvato questa mattina, prevede una serie di agevolazioni rivolte nello specifico ai terreni agricoli, i quali sono esenti dal pagamento dell’imposta se “posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti alla previdenza agricola, comprese le società agricole indipendentemente dalla loro ubicazione; a immutabile destinazione agro silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile e ricadenti in aree montane o di collina”. Importanti novità anche in materia di Tari, la tassa sui rifiuti, la quale su indicazioni del sindaco Francesco Munno, verrà posticipato il pagamento della prima delle quattro rate al nel mese di ottobre 2020. “Un atto necessario – afferma il sindaco Francesco Munno – per dare un segnale concreto di vicinanza dell’Amministrazione comunale alla cittadinanza che vive la difficoltà economica conseguente all’emergenza sanitaria che ha colpito l’intero sistema economico nazionale”.