Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Concorsone della Regione Campania, pronti i ricorsi al TAR

redazione

Lunedi 11 novembre 2019 sono stati pubblicati gli otto elenchi alfabetici, provvisori, degli ammessi alla prova scritta, di cui al bando di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato, presso la Regione Campania e gli enti locali della Regione, di n. 950 unità di personale da inquadrare nella categoria D. Già a partire dai primi giorni di svolgimento della prova preselettiva lo Studio Legale dell’Avv. Antonio De Angelis ha ricevuto numerosissime segnalazioni di irregolarità  che stavano avvenendo, con particolare riferimento a: violazione principio dell’anonimato, disparità di trattamento tra concorrenti, domande non pertinenti e/o errate. L’Avv. Antonio De Angelis ha raccolto tutte le segnalazioni pervenute, al fine di predisporre un ricorso al TAR per gli esclusi, finalizzato alla ammissione alla prova scritta. La pubblicazione degli 8 elenchi degli ammessi alla categoria D, avvenuta in data 11 novembre 2019, ha tuttavia fatto emergere una nuova, palese illegittimità: la percentuale degli ammessi alla prova scritta è notevolmente diversa a seconda del giorno di partecipazione alle prove. A titolo esemplificativo, da una prima analisi risulta che oltre il 50 % di coloro che hanno svolto le prove il pomeriggio del 20 settembre 2019 hanno superato la prova preselettiva, a fronte di una percentuale inferiore al 2 % per coloro che hanno svolto le prove in altre giornate. E’ del tutto evidente che ciò è stato provocato da una disparità di trattamento nella proposizione delle domande: in altri termini, in alcuni giorni le domande erano di media facilità, in altri giorni di elevata difficoltà. Purtroppo, quella disparità di trattamento che l’Avv. De Angelis aveva da subito notato ha trovato conferma nella pubblicazione dell’elenco degli ammessi alla prova scritta. Per tale ragione, lo studio dell’Avv. Antonio De Angelis sta predisponendo una serie di  ricorsi collettivi al TAR, a cui potranno aderire tutti coloro che sono stati esclusi dall’elenco degli ammessi alla prova scritta. L’obiettivo del ricorso è consentire l’ammissione alla prova scritta a coloro che non risultano nell’elenco degli ammessi pubblicato in data 11 novembre 2019. Potranno quindi fare ricorso tutti coloro che non sono stati ammessi alla prova scritta. Verranno proposti una serie di ricorsi collettivi (a seconda del profilo, del voto conseguito e del giorno di partecipazione)  al TAR Campania.