Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Concorso Anci, 100 e-bike per 50 comuni

redazione

Cento e-bike donate da Iren in palio per 50 comuni sotto i 3.000 abitanti. E’ il concorso lanciato oggi dall’Anci e dalla multiutility Iren (operante nei settori energia elettrica, gas, energia termica per teleriscaldamento, gestione dei servizi idrici integrati, servizi ambientali e servizi tecnologici) che ha come obiettivo quello di mettere in evidenza le “buone pratiche” in materia di economia circolare, sostenibilità ambientale e mobilità alternativa realizzate, o in corso di realizzazione, da parte dei piccoli Comuni. Il concorso premierà i Comuni che proporranno le progettualità più innovative e capaci di incidere positivamente sulle abitudini dei propri cittadini, ma anche dei turisti o dei visitatori occasionali, migliorandone significativamente la qualità della vita, come, ad esempio, impatto sul territorio del progetto presentato, effettiva fruibilità dei servizi che scaturiscono dal progetto per i cittadini, riduzione dell’inquinamento atmosferico, strumenti di comunicazione e sensibilizzazione atti a promuovere l’uso della mobilità sostenibile. Sarà possibile partecipare compilando ed inviando il form presente sul sito www.biciincomune.it sino al 31 marzo prossimo. Entro il mese di luglio, vi sarà, poi, la proclamazione dei vincitori. “Sono molto soddisfatto di questa prima iniziativa – sottolinea il vicepresidente vicario Anci Roberto Pella – Premiare le iniziative meritevoli dei Comuni su economia circolare e sostenibilità significa dare concretezza a politiche attive per la promozione della salute e di corretti stili di vita dei cittadini e promuovere innovazione e marketing territoriale”. Il delegato Piccoli Comuni Anci e sindaco di Cerignale, Massimo Castelli ha spiegato che “è un progetto di grandissimo significato per le piccole comunità che a volte sembrano non interessate al tema della mobilità sostenibile come accade nei grandi centri urbani. Partendo da questa iniziativa bisognerebbe sviluppare uno studio su politiche di mobilità in linea con le esigenze dei piccoli centri. Ma anche valutare le ricadute turistiche che in alcune zone periferiche può avere la costruzione di una pista ciclabile, utile volano per pensare itinerari mirati”. Un messaggio è stato inviato anche dal presidente di Anci Antonio Decaro: “La cultura e la pratica della sostenibilità, basate sull’innovazione, sono un’esigenza di ogni comune, a prescindere dalla classe demografica di appartenenza”. Renato Boero, presidente di Iren, ha sottolineato che “la multiutility che presiedo ha l’ambizione di essere un attore chiave a livello nazionale per abilitare lo sviluppo dei territori serviti aiutandoli ad affrontare le sfide di transizione energetica, di economia circolare e i nuovi scenari di innovazione nei servizi”.