Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’opinione

Le stranezze di Trump che noi europei facciamo decisamente fatica a capire.

La presidenza Trump passerà alla storia, questo è certo. Noi europei facciamo decisamente fatica  a capire come si sta muovendo e dove realmente vorrà approdare questo strano personaggio, anomalo per la visione che abbiamo sempre avuto, noi europei, in merito al ruolo ed allo stile che il presidente USA dovrebbe avere. Forse è solo un problema nostro, di noi europei. ...

Leggi Articolo »

“Finchè c’è guerra c’è speranza”. Un viaggio nell’economia “circolare” delle armi.

Inutile chiedersi il perché delle guerre. Molto semplicemente è chiaro a tutti, anche se spesso fingiamo di non vedere e non sapere, che le guerre alimentano economia “circolare”, anche e soprattutto in Europa. Più Paesi vanno in crisi, aprendo fronti di scontro, che spesso finiscono nell’innesco di conflitti armati, tanto più le cancellerie europee affidano la contrattazione commerciale ai propri ...

Leggi Articolo »

“Si dice che adesso, E non sia leggenda”. Cristalda e l’amore.

Una vecchia leggenda pugliese diviene una delle più belle canzoni d’amore. Una storia, una leggenda di mare, l’amore tra due giovani, gli incontri sulle spiagge. Il mare poi e la sua profondità. Il pericolo e le minacce che assumono la forma e l’incanto delle sirene. Un fascino al quale è impossibile resistere. Un giovane, bello, innamorato, che invece resiste e ...

Leggi Articolo »

Tra Siria ed Iraq le atrocità che nessuno racconta.

Da un minimo di 6.137 persone ad un massimo di 9.444. Numeri impressionanti, cifre che lasciano senza parole. Sono le persone uccise dai bombardamenti in Siria ed Iraq dall’inizio dell’intervento nell’agosto 2014 fino al febbraio 2018. Le cifre sono il frutto di un’attenta analisi condotta da Airwars, un gruppo di monitoraggio britannico formata da giornalisti investigativi e ricercatori che  raccoglie ...

Leggi Articolo »

Il ginepraio di fondamentalisti del Sahel in attesa che arrivino i militari italiani.

Una ventina di capi di Stato e di governo si riuniranno oggi a Bruxelles per rafforzare il loro sostegno politico e finanziario alla forza del G5 Sahel (formata da Mali, Niger, Burkina Faso, Mauritania e Ciad) impegnata contro i gruppi armati attivi nella regione. Gruppi che sono aumentati, sia di numero che per complessità dei loro rapporti, dalla rivolta scoppiata ...

Leggi Articolo »

In Afghanistan a morire sono i civili.

E’ una terra lontana, troppo lontana dall’Europa. Probabilmente è questo, insieme al fatto che da troppi anni, e per troppi anni, nel linguaggio comune abbiamo imparato i termini talebani, terrorismo, morti. Afghanistan. Dunque non fa più notizia cosa accade a Kabul. A tre anni o poco più dalla conclusione della missione internazionale Resolut Support, che ha visto impegnati in Afghanistan ...

Leggi Articolo »

Ghouta, l’ultimo cimitero a cielo aperto di una guerra senza fine.

E’ Ghouta, ad est di Damasco, l’ultimo cimitero a cielo aperto di una guerra senza fine. La Siria, un luogo dove il tanfo della morte ti arriva alle narici che nel frattempo si sono riempite della polvere acre del calcestruzzo frantumato sotto la forza delle bombe. Tra le macerie, tra gli spettri degli edifici devastati, si muovo i soccorritori, smarriti ...

Leggi Articolo »

Elezioni politiche del 4 marzo. Magari è ora di parlare di programmi.

Una pessima campagna elettorale per le politiche del prossimo 4 marzo. Partiti e leader politici impegnati a denigrarsi piuttosto che spiegare agli elettori come intendono cambiare il Paese. Dunque abbiamo deciso di approfondire i diversi programmi elettorali, quelli ufficiali, provando a mettere in relazione le diverse scelte per la risoluzione dei tanti problemi del Paese. Centrale per il paese rimane ...

Leggi Articolo »

Missione dei militari italiani in Niger ad alto rischio.

Parte con difficoltà la missione dei militari italiani in Niger. Secondo quanto riferisce l’emittente Radio France Internationale, che cita le dichiarazioni di diverse fonti anonime interne al governo di Niamey, le autorità del paese africano hanno già informato il governo italiano di non essere d’accordo con tale missione. Il Niger insomma non è stato informato ufficialmente dall’Italia riguardo la prossima missione militare nel ...

Leggi Articolo »