Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’opinione

La verità sull’acqua pubblica. Una battaglia ancora da combattere.

Sanza (SA) – Non c’è che dire; dobbiamo essere tutti soddisfatti se i piccoli comuni riescono a mantenere la gestione in autonomia dell’acqua. L’acqua, un bene prezioso e soprattutto pubblico. Ma chi lo stabilisce? Lo ha stabilito il Parlamento che con la legge n.221 del 28 dicembre 2015 riconosce il rispetto dell’autonomia comunale in materia di gestione dell’acqua. Una gestione ...

Leggi Articolo »

Non c’è pace per l’Afghanistan.

Non c’è pace a Kabul. Neppure il tempo di seppellire i morti. Un paese nel caos e nel dolore che ripiomba nel terrore. Ancora vittime, questa volta 18, in un nuovo attentato. Devastato il cimitero di Kabul dove una triplice esplosione ha ucciso giovani ed anziani che stavano partecipando ai funerali di Samil Ezadyar, il figlio del vicepresidente del Senato, ...

Leggi Articolo »

La questione kosovara. Tra passato e futuro, il crocevia ad est dell’Europa.

Il prossimo 11 giugno non si vota solo in Italia per le amministrative. Una data importante anche per il futuro del Kosovo, chiamato alle urne per le presidenziali. Un voto anticipato per il  Kosovo chiamato a dimostrare la volontà di continuare sulla strada del progresso, della modernizzazione e dell’integrazione europea. La rappresentanza dell’Ue a Pristina ha lanciato un appello affinché ...

Leggi Articolo »

Tommaso Ciorciari e la storia dimenticata. La rivoluzione del popolo del 1943.

Il mio amico Felice Fusco, storico locale di grande spessore, sostiene che “tutto ebbe inizio con Tommaso Ciorciari”. Devo ammettere che la sua riflessione mi trova d’accordo. la partecipazione popolare, la manifesta voglia di esserci di affermare il proprio credo, di difendere i propri valori, certo traggono origine da quelle gesta che il popolo interpretò con forza nel 1943. La ...

Leggi Articolo »

Al collasso la Striscia di Gaza.

Condizioni di vita insostenibili. Manca persino l’energia elettrica. Gaza è al collasso. L’allarme è stato lanciato dalla Croce Rossa Internazionale. Il rischio ora è una pandemia dovuta alla scarsa igiene che potrebbe diffondersi rapidamente. Senza corrente elettrica gli ospedali non sarebbero neppure in grado di far fronte al problema. L’organizzazione palestinese Fatah ha smesso di pagare Israele per far giungere ...

Leggi Articolo »

L’utopia della pace in Medio Oriente.

L’interrogativo nasce spontaneo: può davvero trovare una dimensione di pace il Medio Oriente senza il coinvolgimento di tutte le forze che attualmente determinano l’instabilità dell’area? Questo quesito trova già una sua risposta nelle recenti affermazioni di Donald Trump che nella sua visita in Israele piuttosto che guardare con attenzione al processo di democratizzazione che il vicino e potente Iran ha ...

Leggi Articolo »

Il futuro dell’Afghanistan nel lavoro di Radio Bayan West

Herat – La radio, la comunicazione che arriva ovunque, anche e soprattutto in quei territori impervi, lontani, remoti. Poi, in un paese dove la copertura dei segnali televisivi è scarsa, come in Afghanistan, allora la radio fa certo la differenza. Il ruolo del nostro Paese in Afghanistan, in tema di comunicazione, è assolutamente essenziale. Grazie al lavoro degli uomini del ...

Leggi Articolo »

La stretta su Mosul. Battaglia nei quartieri di Rifaie e Najjar.

Intensificati i combattimenti nella città vecchia di Mosul. I jihadisti dell’Isil ora controllano soltanto un decimo di Mosul ovest, mentre l’offensiva finale dell’esercito iracheno sarebbe molto vicina. Le forze della coalizione stanno concentrando le operazioni militari sui quartieri di Rifaie e Najjar, vicino alla riva occidentale del Tigri. Negli ultimi giorni le forze di elite stanno avanzando velocemente per completare ...

Leggi Articolo »

Il 19 maggio in Iran 55 milioni di elettori si recheranno alle urne.

Una campagna elettorale all’insegna del cambiamento, dell’apertura verso l’occidente. E’ questa la chiave di lettura che consente di interpretare cosa sta accadendo in Iran. Per le presidenziali del 19 maggio gli iraniani sono chiamati a scegliere tra sei candidati. I riformisti innanzitutto con il presidente Hassan Rohani in cerca di riconferma. Poi il primo vicepresidente, Eshaq Jahangir, e l’ex vice ...

Leggi Articolo »