Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’opinione

I segni della guerra negli occhi spenti dei bambini.

Le guerre lasciano i segni. Segni indelebili di devastazione sul paesaggio dei luoghi. Distruzioni che cancellano la storia e la cultura dei popoli. Città sventrate, edifici distrutti; non si riconoscono più ne i luoghi ne la loro importanza. In realtà però, la distruzione della guerra spesso causa danni ancor più gravi sui popoli, sul loro modo di interagire con la ...

Leggi Articolo »

La guerra dimenticata nell’est dell’Ucraina.

C’è chi pensa che in Europa non ci siano guerre. Qualcuno pensa addirittura che l’ultima volta che la parola guerra abbia interessato il cuore dell’Europa risalga alla Seconda Guerra mondiale. In realtà davvero così non è. Dopo i fatti cruenti che hanno causato migliaia di morti nei Balcani, a metà degli anni ’90 con una guerra nel cuore dell’Europa, che ...

Leggi Articolo »

Gli americani torneranno ad usare armi vietate in 102 Paesi al mondo.

Un grosso lavoro era stato fatto negli anni per bandire alcune armi, micidiali per le popolazioni civili nei vari confritti. Ora Trump fa un passo indietro. Il Pentagono infatti permetterà nuovamente all’esercito americano di utilizzare un tipo di arma che è stata vietata da 102 Stati perché si teme che danneggi in modo sproporzionato i civili. Si tratta di vecchie ...

Leggi Articolo »

Nasce l’alleanza sunnita tra 41 Paesi a maggioranza musulmana.

Lo scontro ideologico e politico, forse anche culturale, nel mondo arabo ha una radice antica. Sunniti e sciiti da sempre, si odiano forse anche di più di quanto si possa odiare, nel mondo islamico, il nemico occidentale, il crociato conquistatore. La guida delle due diverse anime islamiche contrappone l’Arabia saudita e l’Iran e con essi, a seconda dell’appartenenza, tutto il ...

Leggi Articolo »

In Siria 343 mila morti. Ma quel che conta ora sono i milioni di dollari per la ricostruzione.

La certezza delle guerre è sempre e solo la morte. La guerra è distruzione, è certamente dolore. Eppure, nonostante tutto, quel che spesso conta di più è certo il riassetto delle posizioni, gli interessi economici che dalle guerre scaturiscono e che spesso innescano. Cambi di potere, cambi di governanti. Dei morti, spesso ci si dimentica presta. In Siria la guerra ...

Leggi Articolo »

Ora il rischio di un attacco a Beirut è imminente.

Il caos a Beirut. L’aeroporto internazionale preso d’assalto da centinaia di persone che si imbarcano per lasciare la capitale libanese in seguito all’innalzamento della tensione tra Libano e l’Arabia Saudita. Sono giorni di grande preoccupazione per i cittadini libanesi dopo le dimissioni del primo ministro Saad Hariri. Il governo di Beirut  in modo chiaro ha accusato l’Arabia Saudita di tenere ...

Leggi Articolo »

L’azione caritativa e sociale della Chiesa nel medioevo: dalla Cavalleria agli Ordini religiosi militari

Una delle più interessanti e suggestive espressioni della “presenza” del Cristianesimo nella vita medioevale attorno al Mille fu dato dalla Cavalleria, certamente una espressione viva nell’età e nell’ambiente ancora feudale, anche come ìndice di quelle società, pur conservando caratteristiche e tradizioni militari, di derivazione prevalentemente germanica, doveva trasformarsi nel nuovo ambiente ormai europeo e soprattutto decisamente cristianizzato. La Cavalleria è ...

Leggi Articolo »

Medio Oriente in bilico. Hezbollah nel mirino.

Beirut – Sempre, in costante evoluzione, la questione mediorientale ora investe nuovamente il Libano. L’annuncio a sorpresa da parte del primo ministro libanese Saad Hariri  delle sue dimissioni, apre una fase nuova e molo complessa per l’intera area. Non si sono fatte attendere una serie di accuse trasversali all’indirizzo di Hezbollah, ritenuto da molti, l’elemento destabilizzante della politica libanese. In ...

Leggi Articolo »