Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Editoriale

La politica estera del nostro Paese, da Alcide De Gasperi a Luigi Di Maio

Il pensiero che l’incarico è lo stesso, davvero mi lascia perplesso. Lo stesso incarico, in periodi storici diversi, certamente. Luigi Di Maio giura davanti al Presidente della Repubblica da Ministro degli Affari Esteri, di fatto la seconda carica del Governo. Prima di lui, nel 1946 Alcide De Gasperi. Tra il ’46 ed il ’47 Pietro Nenni. Tra il 1947 ed ...

Leggi Articolo »

Il ricordo. 58 anni fa il Muro di Berlino.

Oggi più che mai, sono i muri e non i ponti il tema politico che si sviluppa intorno ad argomenti quali le migrazioni, l’integrazione, l’accoglienza, la solidarietà. Occorre però ricordare. Il 13 agosto del 1961 veniva posto il primo mattone del Muro di Berlino. Quel muro che avrebbe diviso la Germania per quasi trent’anni. Questo martedì si è tenuta una ...

Leggi Articolo »

E’ il desiderio, che fa rinascere le foglie a maggio.

Occorre fermarsi, di tanto in tanto, e guardarsi indietro. Occorre meditare e provare a comprendere ogni passo che abbiamo compiuto, nella direzione dell’oggi. Come abbiamo modificato il nostro percorso, in quali sentieri inesplorati ci siano incamminati, cosa abbiamo incontrato e cosa abbiamo lasciato per strada? Normale credo fermarsi, a riflettere sul nostro cammino verso il domani. Lo scorrere del tempo ...

Leggi Articolo »

La speranza di pace di People’s Peace Movement

Kabul – E’ stato liberato Bismillah Watandost, portavoce del People’s Peace Movement (Ppm), uno degli attivisti rapiti nei giorni scorsi dal gruppo armato fondamentalista in Afghanistan. L’attivista si era reso protagonista della marcia per la pace insieme ad altri 27 attivisti. Una marcia partita il 30 maggio scorso da Lashkar Gah, capoluogo della provincia meridionale di Helmand, ed era diretta ...

Leggi Articolo »

Il fenomeno Salvini nel Vallo di Diano, ma la prima fu la Bove Ferrigno.

In politica, soprattutto, il tempo non conta. Tutto passa, ci si dimentica di ciò che è stato e spesso anche dei protagonisti. In un momento in cui tutti si interrogano, nel Vallo di Diano, ad esempio, sul fenomeno Lega-Salvini che ha sbaragliato nella consultazione elettorale per le europee le altre formazioni politiche presenti (in 13 comuni su 15 vince la ...

Leggi Articolo »

Non c’è solo Radio Radicale. Perfezionato il bavaglio all’informazione

Ci siamo quasi. Si sta perfezionando il disegno, oramai chiaro, di bavaglio all’informazione. Se non un bavaglio, certo un controllo totale su chi può o non può fare informazione. L’attenzione mediatica è concentrata certo su Radio Radicale, prossima alla chiusura. Ma a rischiare di chiudere i microfoni sono decine di radio e centinaia di piccole emittenti televisive locali, oltre a ...

Leggi Articolo »

La “libera Repubblica di Sanza”, i diritti e la democrazia.

Riflettevo su cosa sta accadendo in questo momento storico dove tutto sembra essere ribaltato, in tema di valori e democrazia. Nei giorni scorsi a Salerno un comizio elettorale è divenuto pretesto per violare diritti essenziali della persona, ossia esprimere le proprie idee ed il dissenso anche. Uno striscione su un balcone rimosso; un’indagine della Digos. Insomma c’è davvero la democrazia, ...

Leggi Articolo »

Mena Mangal ed il coraggio delle donne afghane.

La lezione più importante che ho imparato in questi anni di viaggi in Afghanistan è certo che nella vita ci vuole coraggio, sempre. Una lezione impartita dal silenzio dei gesti e delle azioni quotidiane, compiute da chi di coraggio ne deve avere molto, senza esternarlo, per il solo scopo di poter cambiare il mondo. Avere coraggio spesso significa, restare, continuare ...

Leggi Articolo »

La metafora dei numeri primi e la solitudine degli amministratori locali

Siamo tutti troppo bravi, nell’arte nella quale siamo un po’ tutti maestri.  Guardare e giudicare ciò che fanno gli altri. E’ parte integrante del nostro essere, determinato spesso da una cultura dell’insoddisfazione, capace di generare l’autoconvinzione che se le cose per noi non vanno bene, è certo perché altri fanno cose che non ci piacciono. In realtà gli altri fanno ...

Leggi Articolo »

Antonio, dopo sei anni, resiste ancora. Forse c’è speranza.

Quando terminai la stesura del mio libro “Profumo e polvere di terra” nel maggio del 2013 auspicavo davvero un ritorno all’agricoltura, quale via d’uscita della crisi profonda del sistema economico dell’area del Vallo di Diano. Un auspicio che nasceva dalla profonda analisi delle capacità reali di un territorio con una vocazione agricola profonda. Poi la circostanza delle ingenti risorse economiche ...

Leggi Articolo »