Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Editoriale

Non c’è solo Radio Radicale. Perfezionato il bavaglio all’informazione

Ci siamo quasi. Si sta perfezionando il disegno, oramai chiaro, di bavaglio all’informazione. Se non un bavaglio, certo un controllo totale su chi può o non può fare informazione. L’attenzione mediatica è concentrata certo su Radio Radicale, prossima alla chiusura. Ma a rischiare di chiudere i microfoni sono decine di radio e centinaia di piccole emittenti televisive locali, oltre a ...

Leggi Articolo »

La “libera Repubblica di Sanza”, i diritti e la democrazia.

Riflettevo su cosa sta accadendo in questo momento storico dove tutto sembra essere ribaltato, in tema di valori e democrazia. Nei giorni scorsi a Salerno un comizio elettorale è divenuto pretesto per violare diritti essenziali della persona, ossia esprimere le proprie idee ed il dissenso anche. Uno striscione su un balcone rimosso; un’indagine della Digos. Insomma c’è davvero la democrazia, ...

Leggi Articolo »

Mena Mangal ed il coraggio delle donne afghane.

La lezione più importante che ho imparato in questi anni di viaggi in Afghanistan è certo che nella vita ci vuole coraggio, sempre. Una lezione impartita dal silenzio dei gesti e delle azioni quotidiane, compiute da chi di coraggio ne deve avere molto, senza esternarlo, per il solo scopo di poter cambiare il mondo. Avere coraggio spesso significa, restare, continuare ...

Leggi Articolo »

La metafora dei numeri primi e la solitudine degli amministratori locali

Siamo tutti troppo bravi, nell’arte nella quale siamo un po’ tutti maestri.  Guardare e giudicare ciò che fanno gli altri. E’ parte integrante del nostro essere, determinato spesso da una cultura dell’insoddisfazione, capace di generare l’autoconvinzione che se le cose per noi non vanno bene, è certo perché altri fanno cose che non ci piacciono. In realtà gli altri fanno ...

Leggi Articolo »

Antonio, dopo sei anni, resiste ancora. Forse c’è speranza.

Quando terminai la stesura del mio libro “Profumo e polvere di terra” nel maggio del 2013 auspicavo davvero un ritorno all’agricoltura, quale via d’uscita della crisi profonda del sistema economico dell’area del Vallo di Diano. Un auspicio che nasceva dalla profonda analisi delle capacità reali di un territorio con una vocazione agricola profonda. Poi la circostanza delle ingenti risorse economiche ...

Leggi Articolo »

Siamo tutti responsabili.

Dove stiamo andando? Come? Credo sia legittimo chiedersi, interrogarsi su cosa siamo diventati. Quando e come siamo diventati ciò che siamo. Insensibili, indifferenti, superficiali. Freddi, distaccati, soli. Si, anche soli. Perché poi è solitudine, non vi è dubbio, il vivere tra la gente, in mezzo alle persone, senza accorgersi di cosa siamo per gli altri. Insomma i recenti fatti di ...

Leggi Articolo »

Meraviglioso e maledetto Sud.

Se solo si desse quel valore strategico che il Mediterraneo ha di suo, allora il Sud davvero potrebbe essere altro. Ma non è così. Il Sud infatti rimane sempre troppo lontano dai principali mercati dei paesi più sviluppati. Cosa manca al Sud? Mancano innanzitutto le infrastrutture. Poi manca anche quella determinazione sociale e culturale che stimola l’orgoglio di una terra ...

Leggi Articolo »

Non siamo più sedotti da nulla.

Insomma, che piaccia o meno, l’uomo per sua natura è vittima costante della seduzione. E’ una condizione emotiva dalla quale l’essere umano non si può sottrarre. Si è sedotti, in tenera età dall’affetto della maestra di scuola, o magari dall’eloquenza e dalla semplicità del linguaggio che il maestro adotta per parlare a piccoli alunni seminando così la passione per la ...

Leggi Articolo »

Un manipolo di incompetenti. Che Dio ci aiuti.

Il nostro Paese è in caduta libera; lo è l’economia ed i dati sono incontrovertibili. Ma dal governo non arriva nessun segnale di preoccupazione. A dicembre 2018 si stima che gli ordinativi dell’industria hanno registrato una diminuzione congiunturale dell’1,8% rispetto al mese precedente e un calo del 5,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Una crisi profonda del sistema produttivo ...

Leggi Articolo »

Certo è più semplice dire: ora basta; abbiamo già dato.

Certo è più semplice dire: ora basta; abbiamo già dato. Lo è perché oggettivamente abbiamo dato, tanto. Innanzitutto ben 54 vite umane. Un tributo di sangue per un paese lontano, troppo. Dunque è certo più semplice dire basta che impegnarsi ancor di più per un popolo che alla fin fine vien da dire: si, ma chi se ne frega. E’ ...

Leggi Articolo »