Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Campagna (SA), Cantalamessa (Lega): “Lanceremo la sfida per le elezioni europee”

redazione

“La sfida che lanceremo da Campagna, quando ci sarà anche Matteo Salvini, deve essere per le Europee”. Lo ha detto il deputato e coordinatore regionale della Lega, Gianluca Cantalamessa, intervenuto a Campagna (Salerno) per la presentazione del primo raduno regionale dei leghisti in Campania. “Le elezioni politiche – ha spiegato il parlamentare napoletano – sono uno scherzo rispetto alla madre di tutte le battaglie che sono le elezioni Europee. In quell’occasione andremo a scrivere il futuro dei nostri figli e della nostra terra. Perché il 90% delle leggi del Parlamento italiano attuano direttive dell’Unione Europea”. Temi di cui si discuterà anche durante la due giorni, inizialmente programmata per il 29 e 30 settembre, ma successivamente rinviata per consentire anche la partecipazione di Matteo Salvini. “Sono in debito di una cena con Saviano e De Magistris”, ha ironicamente affermato il coordinatore provinciale della Lega di Salerno, Mariano Falcone. “Perché se non fosse stato per loro che hanno organizzato questa contromanifestazione, non avremmo avuto con noi Salvini. Il tam tam mediatico ha portato la questione a livello nazionale e Salvini a dire ‘io voglio essere a Campagna per stare vicino ai territori'”. Gli organizzatori non hanno ancora sciolto le riserve sulla data dell’evento. Nel frattempo, come annunciato dal coordinatore provinciale Falcone, hanno già confermato la propria presenza “il ministro per la Famiglia, Lorenzo Fontana e i sottosegretari al Lavoro, al Sud e all’Agricoltura”. La conferenza stampa di stamane è stata anche l’occasione per inaugurare la sezione della Lega di Campagna. “Prossimamente inaugureremo circoli anche a Pagani, Nocera, Sarno e Scafati”, ha annunciato Falcone che ha evidenziato come la Lega “si stia radicando capillarmente su tutto il territorio provinciale”, al punto da avere “circa 40 amministratori, almeno il doppio delle richieste di altri che vogliono aderire e dialoghi in corso con alcuni sindaci”.