Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Camerota, domani incontro pubblico con Pietro Bartolo

di Antonella D'Alto

Un incontro pubblico domani a Marina di Camerota con Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa, protagonista del film Fuocoammare e autore del libro “Lacrime di sale”. Conosciuto da tutti come “il medico dei salvataggi”, 63anni, lampedusano, a lui sarà conferito il Premio Internazionale Nassirya per la Pace, nel corso dell’incontro previsto domani, dalle 17 presso la Chiesa di Sant’Alfonso a Marina di Camerota. La cerimonia è organizzata dall’associazione culturale Elaia. Per l’occasione sarà presentato l’ultimo libro di Pietro Bartolo dal titolo “Le stelle di Lampedusa” edito dalla Mondadori. L’incontro sarà introdotto dal giornalista di Repubblica e presidente del Premio, Vincenzo Rubano. Seguiranno i saluti del sindaco di Camerota Mario Scarpitta, e gli interventi del parroco don Gianni Citro, del tenente colonnello dell’Esercito Angelo Vesto e del vescovo della diocesi di Teggiano-Policastro monsignor Antonio De Luca. Modererà l’incontro Rossella Cantisani, vice presidente dell’associazione Elaia. Concluderà i lavori l’autore del libro: Pietro Bartolo, che da oltre 25 anni si occupa di immigrazione e assiste coloro che scappano dalla violenza e dalla povertà. È stato il protagonista del documentario Fuocoammare di Gianfranco Rosi, che nel febbraio 2016 ha vinto l’Orso d’oro al festival di Berlino, e ha ottenuto una candidatura nella categoria “Miglior Documentario” agli Oscar 2017. Il primo volume Lacrime di sale. La mia storia quotidiana di medico di Lampedusa fra dolore e speranza lo ha pubblicato nel 2016 con Lidia Tilotta, e in collaborazione con il figlio Giacomo Bartolo. L’opera, tradotta in molteplici lingue, ha vinto il premio letterario Vitaliano Brancati 2017 nella sezione saggistica. Anche la sua seconda opera è stata pubblicata con la collaborazione del figlio Giacomo Bartolo, lo scorso anno, “Le stelle di Lampedusa. La storia di Anila e di altri bambini che cercano il loro futuro fra noi”, di cui si parlerà nel corso dell’incontro di domani a Marina di Camerota.