Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,04%)

redazione

Apertura in lieve rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,04% a 20.903 punti. L’euro è poco mosso in avvio di scambi europei a 1,1206 dollari da 1,1209 dopo la chiusura di Wall Street. Contro lo yen la moneta unica passa di mano a 122,92. Quotazioni dell’oro in lieve calo sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna immediata cede lo 0,1% a 1.295 dollari l’oncia. Quotazioni del petrolio in calo dopo i dati sulle scorte Usa in aumento che allentano il rialzo dei prezzi per le tensioni geopolitiche in atto: i contratti sul greggio Wti con scadenza a giungo cedono 45 centesimi sa 61,33 dollari al barile; il Brent cede 28 centesimi a 70,96 dollari. L’inversione di rotta di ieri del presidente Usa Donald Trump, che ha rilanciato l’accordo con la Cina sui dazi, da lui ritenuto “assolutamente possibile” ha ridato fiato anche alle borse di Asia e Pacifico, sulla scia della buona chiusura dell’Europa e di Wall Street. Tokyo ha guadagnato lo 0,58%, ma il vero balzo lo sta facendo Shanghai (+2,08%), ancora aperta, nonostante il rallentamento registrato in aprile sulle vendite al dettaglio. Bene Taiwan (+0,39%), Seul (+0,53%) e Sidney (+0,71%), favorita dall’andamento dei metalli, mentre il greggio Wti segna un calo dello 0,65%. Ancora aperte Hong Kong (+0,58%) e Mumbai (+0,5%). Positivi i futures sull’Europa, dopo il ritorno della crescita del Pil trimestrale tedesco. Bene anche i futures Usa, in vista dell’indice manifatturiero di New York e delle vendite al dettaglio in aprile. Sughli scudi a Tokyo i grandi esportatori, da Yokohama (+4,88%) a Sony (+3,99%), da Subaru (+2,73%) a Panasonic (+1,5%), con il dollaro stabile sullo yen.